Intervista ad Eric Albertini

Scopriamo chi è questo scalatore che colleziona 9a ad Arco

12 aprile 2017

In pochi giorni abbiamo dato più notizie delle belle realizzazioni di Eric Albertini, fortissimo scalatore che a Massone, davvero in breve tempo, ha salito Underground 8c+/9a e Thunder Ribes 9a, ha fatto la prima ripetizione di Ultimatum 9a+ e, notizia fresca, anche Under Raini’s, sempre di 9a. Molte di queste linee si intrecciano e hanno tratti in comune, è vero, ma ogni via storia a sé e poi i 9a sono sempre 9a e così tanti in poco tempo non è prestazione da poco. Si consideri inoltre che Eric lavora come elettricista alla IVARS e dedica all’arrampicata i ritagli di tempo. Ottimo esempio della serie “zero scuse”.

Sappiamo davvero poco di te, qual è la tua storia?
Ho iniziato ad arrampicare al età di 13anni con un mio coscritto; da prima in una palestra del CAI qua in paese (Vestone) e poi pian piano abbiamo iniziato a dirigerci nel falesie locali con le nostre biciclette, spesso all'insaputa dei genitori perchè ritenuto troppo pericoloso. Fino al anno 2006 ho scalato relativamente poco perchè la passione parallela dello sci alpinismo e della corsa mi portava via molto tempo e di conseguenza tolto che salire svariate vie classiche ed alpinistiche nel arco alpino non ho fatto (300 vie su roccia più o meno, ed una trentina di vette sopra i 4000mt).

A causa di una pubalgia ho poi abbandonato il mondo delle gare di ski alp e ho iniziato a dedicarmi principalmente al arrampicata sportiva (tra cui Pierra Menta, svariate Sellaronda, Adamello Ski Raid, Cima d'asta e tante altre conquistando diversi podi) e all’epoca ero tesserato con una squadra di Bergam, Altitude, dove hai tempi c'erano nomi a livello internazionale.

Più roccia o più allenamento?
Ho sempre cercato di scalare su roccia 3 volte alla settimana perchè sono sempre stato abituato a stare al aria aperta e di conseguenza le palestre indoor non sono fatte x me. Ultimamente ho avuto la necessita di dovermi allenare specificatamente per poter colmare le mie carenze fisiche sul campo.
Quando mi alleno a secco prediligo il Pan Gullich ed esercizi con del sovraccarico, senza tralasciare qualche seduta di resistenza al pannello

Molte delle vie dure che hai fatto ultimamente sono tutte a Massone, perché?
Ho salito la maggior parte delle vie “dure” in zona Arco perchè sono comodo con il viaggio (1ora e 15min) perche lavorando riesco anche a partire la sera durante la settimana alle 17 30 da casa x andare a fare un tentativo sui progetti...ho scalato tanto al Pueblo,il piu delle volte tornavo a casa demoralizzato perchè richiede uno stato fisico e mentale sempre al top!

Ti starai sicuramente guardando attorno però…
Ci sono tantissimi posti belli sparsi x il mondo dove poter andare a misurarsi con le ardue pareti;sicuramente la Mecca del arrampicata è la Spagna per me, ma purtroppo non è proprio qui dietro l'angolo e gli impegni lavorativi fanno spostare i miei interessi principali in valle del Sarca...
Ne avrò da sbizzarrirmi finchè scalerò anche li, x cui ci accontentiamo di mettere i piedi i terra Spagnola una volta l’anno.

Non guardo molto il grado sulle vie che provo, ma mi hanno sempre attirato di più le vie storiche/famose in primis. Non serve sapere se una via é 8c+ o 9a; il nome è quello ed il grado a mio avviso può essere soggetivo.... una via quando é dura si sa, si conosce per fama, non serve mettere i puntini sulle “i” (mi riferisco a specificare il grado).

Cosa si prova a vedere il proprio nome vicino a quello dei migliori per certe ripetizioni?
Sono soddisfazioni, anche ripetere una via come Under Reini's, sapendo che è stata salita solamente dalla cream dell'arrampicata partendo da Stefano Ghisolfi, Adam, Skofic, Silvio reffo ed io.

Quando ho iniziato a scalare il sogno era di salire un trittico di vie in valle del Sarca che avevano un certo valore storico o più che storico famose....per le loro caratteristiche....comunque era solo un sogno. Man mano passano gli anni inizio a salire i primi 8b storici della valle e pian piano anno dopo anno sono sempre riuscito ad alzare la cosidetta asticella salendo alcune vie di 8c e piu, tra cui il trittico da me sognato...anche se nel frattempo ho salito altre vie di soddisfazione....
tritico: Claudio caffè 8c+, Underground 8c+, Reinis Vibes's 8c+

Ti dedichi solo alla falesia?
Preferisco prevalentemente la corda perchè a mio avviso è piu completa, un boulderista direbbe che il boulder è l'essenza dell’arrampicata e non potrei dargli torto...sono punti di vista, dipende uno cosa preferisce fare... io ho capito che l'arrampicata non smetterà mai di stupirmi perchè pensi sempre di avere un bagaglio gestuale ampio ed invece ci si trova spesso spiazzato dai movimenti che la roccia richiede!

Ma cosa cerchi quando arrampichi? Pare che no vai cercando fama e notorietà a tutti i costi…
Bisogna paragonarsi con i migliori al mondo e dopo si può tirare le somme per capire se essere fieri di ciò che si ha fatto o meno. Io sono una persona che cerca di tenere i piedi per terra: non mi faccio molta pubblicità e di conseguenza mi conoscono in pochi (vedasi sponsor assenti; l'unico paio di scarpette che ho ricevuto da un amico che lavora in una delle due migliori aziende di calzature d'arrampicata grazie ad una buona parola messa x me. Ed infine le risuolature gratuite del mio amico e il risuolatore di fiducia Rockservice di Arco...grazie!).

Eigerextreme 740x195 it

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875