Intervista: Dario Di Gabriele e l'arrampicata in Sicilia

Ultime prestazione e possibilità future nel sud dell'isola

16 aprile 2018

Residente a Modica, Dario Di Gabriele è uno degli scalatori più attivi nel ragusano, la provincia più a sud della regione più sud d’Italia, la bellissima Sicilia. Da queste parti ha appena liberato Pazza Idea, 8c a Cassaro, e Harakiri, 8b/+ al settore Onda Anomala ma al di là del grado, in questa zona si respira ancora un’aria di arrampicata d’ esplorazione, le comunità sono piccolissime e agguerrite, gli scalatori pochi, si conoscono tutti ma soprattutto ci danno dentro a più non posso e scalando duro, molto duro. Tanti muri sono ancora da chiodare, tante linee da inventare e qui si trasuda entusiasmo e voglia di fare. Ecco quindi che abbiamo contattato Di Gabriele per parlarci un po’ di quello che succede dalle sue parti.

Allora Dario, prima di tutto qualcosa su di te. Chi sei, cosa fai nella vita e da quanto scali?
Ciao, come arrampicatore scalo da circa 8 anni e mi sono avvicinato a questo sport grazie ad un mio carissimo amico che mi ha portato con sé le prime volte e mi ha fatto scoprire qualcosa di bellissimo. Mi sono subito appassionato a questo sport e ci ho dedicato fin da subito tante energie; in poco più di un anno infatti sojno riuscito a salire i primi 8a.
Nella vita sono libero professionista e mi dedico anche a lavori verticali. Come persona son abbastanza riservato e di poche parole invece,

Chiodai anche vie giusto? Quante ne hai chiodate e dove?
Si mi dedico tanto alla chiodatura e alla ricerca di posti nuovi che offrono un buon potenziale e qui da noi per fortuna la bella roccia non manca. Avrò chiodato oltre un centinaio di itinerari, monotiri la maggior parte.
Si tratta spesso della zona vicino casa visto che c'è tanta roccia e alcuni tiri sparsi in zone San Vito Lo Capo!

Arrampicata in Sicilia, facci il punto della situazione. Quali sono le zone più battute e quali quelle che invece si stanno scoprendo ora?
Allora, la situazione è abbastanza varia. Se parliamo della qualità della roccia, ci sono tantissimi posti super dove è davvero eccezionale e altri se ne stanno scoprendo. Le zone più battute di sicuro sono nel palermitano e San Vito appunto, che sono già molto conosciute e gettonate. Meno visitate per ora sono queste del ragusano ma vedo con piacere che inizia a scendere gente anche qui. Ci sono posti favolosi, falesie molto belle ed un sacco di roccia vergine.

Com'è l'ambiente arrampicatorio dalle tue parti? Quello che mi pare di aver visto in questi anni è che abbiate entusiasmo e buona volontà da vendere, ben più di altre zone...
Qui nelle mie parti, zona Ragusa e Siracusa, siamo in pochi, decisamente, anzi, ci sono più falesie che scalatori! Come dici tu, di entusiasmo che abbiamo di sicuro e non solo nello scalare, anche nel chiodare e liberare o provare a liberare i tiri!

Che aiuti avete da, che ne so...dai Comuni o dai negozi della zona?
Gli aiuti per chiodare sono nulli. Chiodiamo tutto di tasca nostra per il piacere di creare nuovi posti e nuove linee. Lo facciamo in primis per noi stessi ma per offrire alla gente che viene in visita nei nostri luoghi l'opportunità di scoprire le nostre falesie e le nostre zone. Crediamo sia un modo per dare valore alla nostra terra.

Cosa vedi per il futuro dell'arrampicata in Sicilia? C'è il terreno giusto per svilupparsi a dovere?
Non saprei davvero…come ho detto, qui da noi per ora non ci sono molti praticanti per ora e c’è ancora un po’ difficoltà a capire il potenziale che l’arrampicata può dare. Noi ce la mettiamo tutta ma è naturale che non possiamo fare da soli, si arriverà ad un punto dove avremo bisogno di un supporto.

Cinque falesie che consiglieresti??
Ce ne sono tante! Visitatele un po’ tutte ma di certo fate un giro a Pandora, Secret Garden, Cugno Lupo, The Wall e Gole della Stretta.

Grazie mille!!
Grazie a te e stato un piacere

Intervista Stefano Michelin

 

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875