Matteo Della Bordella e Luca Schiera aprono una nuova via in Patagonia

Raggiunta la cima del Cerro Pollone

30 gennaio 2018

“Il tempo non era abbastanza buono per la salita che avevamo in mente così ieri abbiamo scalato in 9 ore la nord del Pollone. Il vento non ha mai mollato un attimo e alla fine era troppo forte per consentirci di scendere da nord. Abbiamo deciso di calarci dal versante opposto e poi, camminando tutta la notte, siamo rientrati a El Chalten”.

Con questo messaggio il Ragni di Lecco Luca Schiera ha annunciato che insieme a Matteo Della Bordella hanno aperto una nuova via in Patagonia sul Cerro Pollone dove pare ci sia solo un’altra via, aperta dai due americani Jim Donini e Gregory Crouch nel 1999 e ripresa in parte nel 2011 da Scott Bennett e Blake Herrington.

Anche per questa salita naturalmente, i due Ragni hanno usato un approccio estremamente pulito, lasciando in parete solo un nut e due chiodi per la discesa, senza lasciare che freddo e vento, una costante di questa spedizione, lasciassero spazio a qualche integrazione in più.

Il legame tra i Ragni e la Patagonia è una storia antica, che negli ultimi anni si è consolidata incredibilmente. Nel 1974, due cordate, rispettivamente formate da Mario Conti e Casimiro Ferrari, la prima, e da Daniele Chiappa e Pino Negri, la seconda, giungono in vetta al Cerro Torre. Oltre ai quattro conquistatori della vetta furono parte della spedizione anche Gigi Alippi, Pierlorenzo Acquistapace, Claudio Corti, Giuseppe Lafranconi, Mimmo Lanzetta, Sandro Liati, Ernesto Panzeri e Angelo Zoia.

Nel 1976, Casimiro Ferrari e Vittorio Meles salgono per la prima volta il pilastro est del Fitz Roy. E’ del 1984 la salita del Cerro Murallon ad opera di Casimiro Ferrari, Carlo Aldè e Paolo Vitali. Il 1986 vede due spedizioni in Patagonia, una sull'Aguja Poincenot con Daniele Bosisio, Paolo Vitali, Mario Panzeri e Marco Della Santa e l’altra sulla Torre Centrale del Paine con Marco Ballerini, Carlo Besana, Dario Spreafico, Renato Da Pozzo e Norberto Riva.

Più spedizioni hanno richiesto l’apertura sul Cerro Piergiorgio completata nel 2008 da Mario Conti, Cristian Brenna, Hervé Barmasse e Giovanni Ongaro che poco prima della vetta fu colpito da una potente scarica di sassi dal quale uscì miracolosamente vivo. Nel 2010-2011 inizia l’epopea della Torre Egger con Matteo Della Bordella e Matteo Bernasconi, salita poi completata da Della Bordella proprio con Luca Schiera nel 2013 mentre l’anno seguente tornano ancora insieme a Silvan Schüpbach per un concatenamento tra il Filo del Hombre Sentado e la via Californiana al Fitz Roy.

Nel febbraio 2016, David Bacci e Matteo Della Bordella completano la ripetizione della via dei Ragni del 1976 sul pilastro est del Fitz Roy dopo precedenti tentativi con Luca Schiera e Silvan Schüpbach e sempre con Schüpbach, Della Bordella ha salito anche la via del Compressore sul Cerro Torre dopo la schiodatura di Hayden Kennedy e Jason Kruk.
Il 2017 vede ancora due spedizioni, una con David Bacci, Matteo Bernasconi e Matteo Della Bordella sull’inviolata parete est del Cerro Murallon e una con Paolo Marazzi e Luca Schiera per una prima salita della nordest del Cerro Mariposa.

Eigerextreme 740x195 it

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875