9a FA PER TILDEN E SHAFEROV - Up-Climbing

9a FA PER TILDEN E SHAFEROV

Nuovi tiri estremi tra Russia e USA

Sergey Shaferov e BJ Tilden ci regalano due nuovi tiri estremi.

Il caldo impazza e non ci da tregua, ma i top climber sembrano caricarsi di nuova energia per salire i loro progetti estremi. Questa volta parliamo di due personaggi già molto conosciuti, che regalano all’estate 2022 due belle first ascent davvero estreme.

Il primo sulla lista è il nostro amico Sergey Shaferov, un climber super attivo sia nel chiodare che nel salire linee dure. In quel di Guamka, un posto a lui parecchio caro nelle montagne del Caucaso, ha liberato un nuovo tiro estremo, per il quale propone il grado di 8c+/9a. Il nome è No place too far e Sergey ci descrive il tiro come “quaranta metri di sofferenza pura”.

La prima volta che Shaferov ha messo le mani su questi appigli risale a 5 anni fa, quando mise i 25 spit che delineano la via. No place too far regna sul settore Stalingrado e presenta una prima parte molto tecnica, che porta ad un traverso dove si trova il passo duro. Da lì in poi l’arrampicata si svolge sotto ad un tetto orizzontale, con uno stile fisico su prese distanti. Sergey è già al lavoro sulla variante più dura, che potrebbe essere di 9a+. Foto E. Glibin.

BJ Tilden è solito costruire cose nuove, visto il suo lavoro da carpentiere. Nelle pause tra un cantiere e l’altro, il quarantunenne americano si concede tiri estremi, in aria di 9a. Questa volta, BJ ha liberato una nuova connessione estrema, chiamandola Hard Twisted. Il tiro, per il quale propone il grado di 9a+, si trova a Wolf Point ed è la connessione tra Lions Share e Dire Wolf. Un ottimo modo per riposarsi un po’!

Fonte Sergey Shaferov e BJ Tilden.

Alessandro Palma

Condividi: