Caldo estremo, attenzione in alta montagna - Up-Climbing

Caldo estremo, attenzione in alta montagna

Massima attenzione in alta montagna in questi giorni di caldo estremo!

Specialmente sul Monte Bianco e sulle grandi montagne delle Alpi occidentali, particolarmente sensibili agli eccessi di calore a causa della natura glaciale e mista del terreno.

La Chamoniarde avvisa:

Date le attuali condizioni dell’alta montagna e l’aumento delle temperature, incoraggiamo gli alpinisti a prestare estrema attenzione.

Per quanto riguarda la salita del Monte Bianco per la via normale, questa è estremamente delicata vista la caduta di massi a qualsiasi ora del giorno e della notte durante l’attraversamento del canalone del Goûter. Alcune compagnie di guide hanno deciso di sospendere temporaneamente questa ascensione.

Meglio aspettare tempi migliori (temperature più fresche o comunque più tardi in stagione, quando le notti sono più lunghe) per la via normale francese.

Anche la via italiana è in condizioni tutt’altro che ideali, più tormentata del solito, con sezioni in ghiaccio vivo e roccia. Il Rifugio Gonella è già chiuso perché rimasto senza acqua.

Sulla Voie des Trois Monts, un’altra via classica (ma più tecnica delle normali) per l’ascensione al Monte Bianco, le numerose terminali e i crepacci evolvono molto rapidamente in questi giorni e la traccia viene modificata di conseguenza. Sulla traversata sotto il Mont Maudit affiora il ghiaccio ed è consigliabile avere con sé due piccozze per affrontare questo itinerario in salita e in discesa.

Per concludere, citando ancora La Chamoniarde:

Le condizioni dei ghiacciai e delle vie di neve/misto continuano a degradarsi a grande velocità. Si vede un inizio di intensificazione della caduta sassi/frane anche sulle vie di roccia, è consigliabile scegliere bene la via che si desidera ripetere. 

 

MR da La Chamoniarde.

Condividi: