CUNEO MONTAGNA FESTIVAL - Up-Climbing
CUNEO MONTAGNA FESTIVAL

Da martedì 14 a domenica 19 maggio torna, organizzato dal Comune di Cuneo, il Cuneo Montagna Festival: sei giorni di incontri, presentazioni, spettacoli, passeggiate e molto altro, dal titolo “Animalpina”.

Cuneo a ottobre è stata insignita del titolo di Città Alpina dell’Anno 2024, un riconoscimento internazionale di grande prestigio che pone Cuneo all’interno di una rete di città che hanno le Alpi come territorio di appartenenza e i temi della sostenibilità ambientale e sociale come obiettivi di sviluppo.

A partire da questo riconoscimento, il tema Animalpina per il Montagna Festival richiama l’identità profonda di un territorio che da sempre ha legami strettissimi con il contesto montano e definisce una serie di nuove possibilità di osservare e governare il territorio in modo da allargare lo sguardo per unire città e montagna.

IL PROGRAMMA

Il Festival si aprirà con la cerimonia di inaugurazione martedì 14 maggio alle ore 18:00 presso il Salone d’Onore del Comune di Cuneo, durante la quale Tommy Caldwell, il più grande climber della storia, premierà tre cittadini cuneesi che si sono distinti nel corso dell’anno: Carlotta Gautero, medaglia d’oro nel biathlon ai Giochi Olimpici giovanili di Seul, Allegra Dacomo, vincitrice del Concorso per le scuole medie di Cuneo “La mia copertina del diario” e l’alpinista e scrittore Mauro Manfredi.

Alle ore 21 Caldwell incontrerà il pubblico degli appassionati al Palasport di Cuneo e, con uno speech dal titolo “Anything is possible”, racconterà la sua incredibile storia di sfide vinte contro ogni pronostico. Tommy Caldwell, infatti, ha ridefinito il concetto di “impossibile” nell’arrampicata su roccia. Le sue imprese leggendarie hanno dimostrato che ciò che un tempo era considerato irrealizzabile può essere raggiunto con tenacia, perseveranza e un pizzico di follia.

Mercoledì 15 maggio

Alle ore 10 si terrà il convegno Montagna domani: domani è già qui organizzato da APAM, Aree Protette Alpi Marittime, con cinque ospiti che si confronteranno – Stefano Fenoglio, Federico Pellegrino, Franco Borgogno, Marco Albino Ferrari e Pietro Lacasella – moderati da Irene Borgna.

Alle ore 14,00 presso la Sala San Giovanni, all’interno del Comune, si terrà il convegno Questo rifugio non è un albergo, un racconto archivistico tra antropologia, sostenibilità e architettura al futuro – coordinato dal CAI di Cuneo in collaborazione con il Club Alpine Française della città francese di Nizza.

A seguire: presso il Cinema Monviso alle ore 18:00 il film documentario “Il piatto forte dei Rifugi – Camminando nelle Alpi Liguri”, realizzato da Tiziana Fantino e dedicato ai rifugi delle Alpi cuneesi.

Alla stessa ora all’interno dello Spazio Baladin Sofia Gallo, in collaborazione con Scrittori in città, presenterà il suo Un fiore di primavera nato in autunno, un libro contro le convenzioni di un’epoca, gli usi e costumi del mondo dell’alpinismo, la piccola grande storia di una donna e di un’impresa eccezionale.

Chiuderà la seconda giornata del festival, al Teatro Toselli alle ore 21.00, lo spettacolo Polimero, un burattino di plastica, realizzato in collaborazione con la Fondazione CRC nell’ambito di Spazzamondo 2024, iniziativa di sensibilizzazione ambientale e partecipazione attiva in programma sabato 25 maggio. Lo spettacolo rivisita in chiave attuale la storia di Pinocchio e affronta il problema dello smaltimento della plastica e dell’inquinamento dei mari. Le musiche sono di Stefano Nanni.

Giovedì 16 maggio

La giornata partirà alle 10.00 (e a seguire alle 15.00) presso la Sala Ferrero di casa Betania, Confindustria Cuneo con due convegni a cura di Art.ur dal titolo Voices – Dialoghi Di Architettura Alpina, dedicati ai professionisti del settore, per immaginare e progettare visioni ecologicamente consapevoli.

La Sala CDT alle ore 17.00 ospiterà PRIME MINISTER ALP seconda edizione de “Scalare le montagne”, sostenuta da Compagnia di Sanpaolo e dalla Città di Cuneo. La Fondazione Nuto Revelli e il Coordinamento Donne di Montagna, in collaborazione con l’Associazione Prime Minister, presenteranno la nuova stagione della “Scuola di politica per giovani donne”, gratuita ed apartitica, destinata a ragazze tra i 14 ei 19 anni che si svolgerà fra Cuneo e Paraloup da settembre 2024 a giugno 2025. Parteciperanno Serena Anastasi, Patrizia Palonta, Beatrice Verri e le allieve della scorsa edizione. Interverrà l’Assessora Cristina Clerico.

Al Baladin alle ore 18:00, Enrico Camanni, in collaborazione con Scrittori in Città e moderato da Raffaele Riba, presenterà il suo La montagna sacra, che racconta della proposta, nata nel 2022, di scegliere una cima – il Monveso di Forzo, tra la Val Soana e la Val di Cogne – e dichiararla “sacra”, impegnandosi a non salirla, a non calpestarne più la vetta. Una proposta che ha acceso un grande dibattito, dividendo il mondo degli ambientalisti, dei frequentatori della montagna e non solo.

Al Cinema Monviso alle ore 21:00, l’incontro Verso l’ignoto con Andrea Gobetti, uno dei più importanti speleologi italiani, insieme a Enrico Camanni, per scoprire da un lato le viscere della terra e dall’altro le cime più inaccessibili, attraverso aneddoti, visioni e racconti di queste due dimensioni complementari della montagna.

L’evento è in collaborazione con il CAI di Cuneo e Nuovi Mondi Festival.

Alla stessa ora ma presso il Teatro Toselli, andrà in scena Il Gigante, spettacolo teatrale sul Monviso tratto dal libro La leggenda del Re di Pietra di Silvia Bonino: un inno alla natura, un monito al rispetto dell’ambiente, una riflessione sui rapporti tra la natura stessa e gli uomini. Un omaggio al protagonista montano delle terre cuneesi e del basso Piemonte.

Venerdì 17 maggio

Dalle ore 9 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15 alle 18, presso la Sala Incontri della Fondazione CRC si terrà l’Assemblea delle Città Alpine. Insieme alla delegazioni provenienti Francia, Svizzera, Austria, Germania e Slovenia si affronterà il tema: “Prospettive per una nuova relazione tra città alpine e territori montani”.

Alle 18.00 al Baladin si proseguirà con la presentazione del libro FuTurismo (Raetia) di Michil Costa che ci spiegherà come le ripercussioni della monocultura turistica sono evidenti soprattutto sulle Alpi: strade congestionate, seconde case, vuote, che fanno lievitare i prezzi immobiliari, impianti di risalita e piste su ogni vetta, concorrenza spietata tra strutture alberghiere.

Alle ore 20.45 presso la Sala San Giovanni andrà in scena lo spettacolo promosso da Espaci Occitan con la regia di Diego Anghilante, AbeioAbeio.

Un dramma che, prendendo spunto dal fenomeno del ritorno dei giovani alla montagna e alla vita rurale, racconta l’infelice storia di Louren (Lorenzo), un giovane di Torino che abbandona la condizione di “sdraiato” universitario per tornare a vivere a Saluzzo.

Il Cinema Monviso alle ore 21.00 ospiterà prima la proiezione di Italia K2, film di M. Baldi del 1955, e poi un incontro con Anna Torretta e Silvia Loreggian.

Le due alpiniste fanno parte di un team italo-pakistano formato anche da Federica Mingolla, Cristina Piolini e quattro alpiniste pakistane (Samina Baig, Amina Bano, Nadeema Sahar e Samana Rahim) accompagnate dal medico Lorenza Pratali. A settant’anni dalla conquista italiana del K2 nel 1954, il team tenterà di nuovo l’impresa di arrivare sulla vetta. La Torretta e la Loreggian racconteranno al pubblico il progetto di conquista del K2. L’evento è in collaborazione con il CAI di Cuneo e Nuovi Mondi Festival.

Dalle ore 21.00 ma al Teatro Toselli, andrà in scena la serata Animalpina in musica. Prima si esibirà la Corale la Baita, coro della sezione del CAI di Cuneo.

Alle 21.45, Cuneo, insignita del titolo di Città Alpina 2024, riceverà, attraverso una cerimonia ufficiale, il testimone dalla città francese di Passy.

Concluderà alle ore 22:15 il concerto di musica occitana “Sonaires Occitans Sonaires De Rota” a cura di Sergio Berardo e Occit’amo Festival.

Sabato 18 maggio

Alle 9,30 aprirà la giornata, al Salone d’onore del Comune di Cuneo il convegno Dialoghi metro montani  per la costruzione di nuove opportunita’ per il territorio cuneese. Interverranno Antonio De Rossi e Loris Servillo, del Politecnico di Torino, Filippo Barbera e Alessia Zabatino. A moderare la tavola rotonda: Paola Morino.

Alle ore 15,00 inizierà la rassegna cinematografica Paesaggi Futuri – I film dal territorio al Cinema Monviso. La rassegna prevede la proiezione di due film. Il primo, Entroterra, è un film sui luoghi abbandonati delle montagne dell’Appennino, realizzato dal collettivo Boschilla che mostra la marginalità delle aree interne e di sviluppo sbagliati che spesso hanno condotto altrove chi vi abitava. Il secondo, “Verrà un’altra estate”, con la regia di Marco Ottaviano Graziano, è un docufilm che presenta uno spaccato di vita ancora attuale nelle Alpi di Cuneo, dove borgate alpine e pascoli si popolano da giugno a settembre, dove la transumanza è un rituale imprescindibile che segna ancora il ritmo di vita di uomini e animali. Il film è promosso e finanziato dall’ATL del Cuneese, in collaborazione con Confagricoltura Cuneo e con il Consorzio Turistico Valle Maira, con il patrocinio dell’Unione Montana Valle Maira e del Comune di Caraglio.

Nel pomeriggio in Piazza Galimberti dalle ore 16.00 in collaborazione con il Comune di Mondovì e Visit Piemonte, la prova delle mongolfiere di John Aimo Balloon e Milano Mongolfiere a volo frenato.

A seguire Piazza Virgilio si animerà alle ore 18.00 con il saggio di fine anno dell’Associazione “Insieme Musica” e alle 21.00 con il concerto della Grande Orchestra Occitana, nata nel 2008 dagli allievi e dagli insegnanti dei corsi di musica occitana coordinati dall’Associazione Lou Dalfin.

Nel pomeriggio, a partire dalle 15,00, in piazza Boves, via Dronero, Piazza Galimberti e via Roma andrà in scena La montagna in musica, un concerto itinerante con “I passacharera” di Occit’amo Festival e le chitarre dell’Istituto Comprensivo D’Azeglio di Cuneo.

Alla Sala San Giovanni alle ore 17.45 l’associazione alpinistica Giovane Montagna di Cuneo festeggerà i suoi 100 anni e presenterà il libro che celebra l’anniversario, con il Presidente Centrale Stefano Vezzoso.

Alle 18.30 al Baladin la presentazione del libro 80 anni sulle mie montagne. Apologia di un’attività inutile (fusta editore) insieme all’autore Mauro Manfredi e a Nanni Villani.

Per concludere, al Cinema Monviso alle ore 18.30, Alessandro Beber, alpinista e geografo, condurrà il pubblico in un piccolo-grande viaggio attorno al mondo e attraverso il tempo, dal titolo ALPINISMO RINASCIMENTALE, in collaborazione con Montura.

Domenica 19 maggio

La giornata si aprirà nuovamente con la prova delle mongolfiere di John Aimo Balloon e Milano Mongolfiere a volo frenato in Piazza Galimberti dalle ore 16.00 in collaborazione con il Comune di Mondovì e Visit Piemonte.

Dalle 15.00 alle 19.00 presso il Cinema Monviso si terrà la rassegna Cronache dalla fine del mondo con documentari selezionati dal Nuovi Mondi Festival per viaggiare immergendoci in realtà poco conosciute, affascinanti e sorprendenti, drammatiche e poetiche dove la vita e la morte assumono significati inaspettati.

Il Baladin alle ore 17.30 ospiterà la presentazione di Oddio, l’estate! di Adriana Riccomagno e del Manuale per esploratori del bosco di Elisa Carletto. Accompagnerà le presentazioni Filippo Cosentino, compositore dei Quartetti dell’Ascensione.

Il festival si chiuderà al cinema Monviso alle ore 21.00 con la proiezione del documentario di Fredo Valla Ambin, la roccia e la piuma dedicato al Massiccio d’Ambin, un deserto d’alta quota fra Italia e Francia oltre i 3.000 metri. Ospite in sala il regista Fredo Valla.

La nuova montagna: esperienze di montagna contemporanea

Sabato 18 maggio nel pomeriggio e per tutta domenica 19 maggio le vie del centro ospiteranno La nuova montagna: esperienze di montagna contemporanea, uno spazio aperto al pubblico dedicato alla presentazione delle esperienze di innovazione di montagna.

Credits

Insieme al Comune, collaborano alla realizzazione di ANIMALPINA: Provincia di Cuneo, Unioni Montane, Uncem, Parco Naturale Alpi Marittime e Parco Fluviale Gesso e Stura, ATL del Cuneese, CAI, Associazioni di Categoria e altre realtà associative presenti sul territorio.

Il Festival è reso possibile grazie al prezioso contributo di Fondazione CRC, Fondazione CRT e Camera di Commercio di Cuneo. Si ringraziano in particolare: Baladin, Global Mountain, Scrittorincittà, l’Associazione Città Alpine, Occit’amo. Sponsor: Merlo Group, Montura. Media Partner: La Stampa

La direzione artistica è di Silvia Bongiovanni e Fabio Gianotti di Kosmoki.

Per acquistare i biglietti per assistere alla serata con Tommy Caldwell:
liveticket.it
Costo del biglietto: 10€ intero, 5€ ridotto 7-18 anni e gratuito 0-6 anni.

Gli altri eventi del festival sono a ingresso libero e gratuito. Per il programma completo e maggiori informazioni: festivaldellamontagna.it

Maggio 19 @ 09:00
09:00 — 00:00 (15h)

Sito ufficiale

Condividi: