Dario Eynard da solo sulla Via degli Inglesi al Badile - Up-Climbing

Dario Eynard da solo sulla Via degli Inglesi al Badile

Dario Eynard ha concluso con successo un’altra grande solitaria: la Via degli Inglesi sulla parete nord del Pizzo Badile.

Il giovanissimo alpinista bergamasco ha già fatto parlare di sé all’inizio dell’anno, quando ha realizzato la prima solitaria invernale della Via Direttissima sulla nord della Presolana Occidentale (Prealpi Bergamasche).

Questa volta Dario si è diretto sulle Alpi Retiche, cercando l’ombra della grande nord del Badile, e ha scelto di seguire le orme di Isherwood e Kosterlitz che vi aprirono la loro linea nel 1968. Di seguito il suo racconto.

Parto lunedì 11 luglio per compiere l’avvicinamento verso il colle del Cengalo, dove è presente dell’acqua per poter bivaccare comodamente. Il 12 luglio effettuo la salita al colle e la ridiscesa nel canale: probabilmente una sosta delle doppie è venuta via da qualche frana, ne ho piantata una e ho così raggiunto l’attacco della via degli Inglesi.

Effettuo la salita e circa a metà via trovo una piccola cengettina, nonostante fosse abbastanza presto mi sembrava un ottimo punto per poter bivaccare più comodamente. Pianto l’amaca e mi godo il tramonto sul Cengalo. La mattina seguente mi aspettano i tiri alti della via che affronto senza problemi. Una volta giunti nel catino terminale vi sono dei tiri sul III-IV grado un po’ instabili che non volevo affrontare in free solo con il saccone pesante sulla schiena. Ho dovuto così faticare un po’ su questi tiri più semplici per poter procedere un pochino più in sicurezza e raggiungere la vetta nel tardo pomeriggio-sera del 13 luglio.

Decido allora di trascorrere la notte in vetta al Badile al bivacco Radaelli, non per necessità ma per piacere. Anche perché il giorno successivo sarebbe stato ugualmente lungo, considerando che ho salito il badile in modo abbastanza “sostenibile”, sfruttando autostop e treni per il rientro a casa.

È stata la prima solitaria che compio su una parete che non conosco e lontano dalle montagne di casa. Eppure come spesso mi è accaduto in passato, ho accantonato i timori e mi sono sentito perfettamente a mio agio.

 

MR. Informazioni e immagini di Dario Eynard.

Condividi: