La grande illusione di Stefan Scarperi

Qualche domanda sulla sua ultima FA in Val Daone

26 October 2020
Dopo l’annuncio della salita, qualche dettaglio in più dalle parole stesse di Stefan.

 

Stefan Scarperi è un climber che non ama il clamore: pacato, riservato, ma sempre disponibile e sorridente, negli anni ha lasciato che a parlare fossero i fatti!

Falesista da 9a (tra le sue salite anche la mitica Action Directe nel 2018), sempre a fine 2018 Stefan ha iniziato a distinguersi ulteriormente nel boulder, con il primo 8B+ (Staub und Schatten) a Lagundo.

Da lì il boom, con un’estate 2019 che l’ha visto essere uno tra i più prestanti al mondo sull’arenaria di Rocklands: sempre in pochi giri Scarperi realizzò infatti Black Eagle SS, Amandla, Noise vs Beauty, Book Club, Oliphants Dawn… Tutti 8B+ e alcuni ex 8C.

Arriva l’inverno e a Varazze fa sue anche le linee di Nem e Gandalf il grigio (ancora 8B+) per poi spostarsi a Maltatal dove in breve ripete Bugeleisen e flasha l’8B di Wrestling with an alligator. Passano giusto una manciata di giorni e anche Bugeleisen Sit è sua: terza salita di un 8C ostico e selettivo, liberato da Nalle Hukkataival e ripetuto fino ad allora solo da Jakob Schubert. Si tratta del suo primo 8C “vero”! A luglio infine un’altra bomba: la rapida salita di Anam Cara in Silvretta, ex 8C/+ di Zangerl ora valutato 8B+.

Insomma, non c’è che dire: uno dei nostri boulderisti più forti, letale per la velocità con cui si porta a casa blocchi estremi!

Un paio di giorni fa abbiamo riportato l’ultima grande salita di Scarperi: in Val Daone ha infatti liberato Big Illusion, la linea che giudica la sua più dura e per la quale ha proposto l’8C.

Abbiamo quindi chiesto allo stesso Stefan qualche informazione in più su questo nuovo testpiece tutto italiano, con il quale ha scritto una rilevante pagina del boulder di questa valle.

****

Stefan, innanzitutto congratulazioni per la bellissima first ascent di Big Illusion, con il quale hai regalato il primo 8C alla Val Daone. Ci puoi descrivere le caratteristiche di questo boulder?

In realtà è un sasso molto conosciuto per le sue due linee storiche, una L'avenir nous reserve rien de bon 8a+ e Big bamboo 8a+. Big Illusion è la connessione completa dei due blocchi. Il pannello è abbastanza strapiombante, circa 30 gradi con tacche piccole.

Non è il tuo primo 8C, ma sicuramente essendo una tua creatura avrà un significato speciale per te. Ci puoi dire quali sono le emozioni che ti ha dato il chiudere questa linea e che cosa rappresenta nella tua carriera di arrampicatore?

Si esatto non è il mio primo 8c ma sicuramente quello dove ho dovuto lavorare di più. Ho iniziato a provarlo nel 2019 dopo aver fatto la versione stand che è 8b. Di sicuro all'inizio mi sembrava abbastanza impossibile concatenare così tanti movimenti. Ma dopo un paio di sessioni ho capito che era fattibile. Per adesso è sicuramente il blocco più duro che ho salito e sono molto felice di aver fatto questa first ascent.

La Val Daone è uno dei luoghi che sta diventando sempre più un riferimento del boulder italiano moderno. Che rapporto hai con questo luogo e cosa significa per te fare boulder qui?

Per me sicuramente è il posto più bello che ho vicino a casa e la qualità dei blocchi è paragonabile al Ticino. Io in Val Daone ci vado da molti anni e tutti gli anni mi stupisco da quanto potenziale ha questa valle.

Quali sono i tuoi prossimi progetti? Altre possibili sorprese in arrivo ancora da qui?

Purtroppo con la situazione in cui ci troviamo adesso penso di scalare qui in zona e forse liberare altri progetti ma anche scalare un po’ con la corda ad Arco mi piacerebbe.

 

Grazie Stefan!

 

Intervista di Alberto Milani

Versante sud  banneragg.

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875