Scarperi su Bugeleisen: il video e una breve intervista

Stefan ci parla della sua grande salita a Maltatal

11 March 2020
Ecco in video la terza salita di Bugeleisen Sit!

 

Dopo averlo annunciato alcuni giorni fa, possiamo ora vedere il giro buono con cui Stefan Scarperi si è aggiudicato l’8C del mitico Bügeleisen sit, il testpiece mondiale di Nalle Hukkataival a Maltatal prima d’ora ripetuto solo da Jakob Schubert.

Abbiamo anche contattato Stefan per fargli qualche domanda su questa eccezionale salita e per capire meglio quanto fosse al limite su un boulder che ha rigettato un buon numero di top climber da tutto il mondo. Ecco cosa ci ha raccontato!

 

****

Stefan, innanzitutto congratulazioni per questa grandissima realizzazione, che vede il tuo nome affiancare quello di Nalle Hukkataival e Jakob Schubert tra i salitori di Bugeleisen Sit. Innanzitutto, cosa ha significato per te questa linea?  Quale è l’aspetto che più ti ha attratto di essa?

Diciamo che è uno di quei blocchi iconici che volevo sempre provare. Dai video di Klem e di Nalle ho capito che è un blocco molto duro, che non ha visto tantissime ripetizioni. L'inclinazione quando sei sotto il blocco è sicuramente impressionante e le prese sono veramente piccole. Dato che a me piacciono molto le tacche era d’obbligo provarlo.

Dopo aver salito in pochissimo tempo la versione di Loskot, comunque non ci hai messo molto a chiudere anche la sit, salendo un boulder che per Hukkataival era un 8C duro, al limite del +.  Tu ci hai sempre abituato a salite molto rapide di boulder molto duri, ma ti aspettavi di chiudere i conti così rapidamente anche in questo caso?

Quando ho chiuso la stand mi sono messo subito a provare la versione sit. Dopo aver fatto tutti i movimenti ho iniziato a provarlo dalla partenza e ho notato subito che la cosa più dura era mettersi in posizione corretta e fare il primo movimento della stand, un allungo a una tacca abbastanza buona. Quel weekend ho capito che era fattibile ma dovevo arrivare più riposato. Quindi la settimana successiva ho fatto qualche richiamino e poi sabato siamo tornati li. Le condizioni erano buone e subito sono riuscito a fare il passaggio duro e da lì ho capito che era fattibile. Sicuramente non pensavo di farlo così velocemente ma, quando la forma e le condizioni ci sono, tutto è possibile.

Sei stato davvero al limite nel chiuderlo o pensi che su questo stile il tuo massimale sia ancora più in là?

Direi di no dato che è veramente il mio stile e sulla parte finale, dove tanta gente fatica, per me era duro però quel duro che riesci a gestire e se non ti scappa un piede non cadi.

La versione stand di 8B+ fu liberata da Loskot nel 2001…ormai quasi un ventennio fa: come giudichi la sua salita alla luce di cos’era il boulder al tempo?

La salita di Loskot è una cosa straordinaria. Nel video si vede che usa un metodo totalmente diverso, secondo me ancora più duro. Io ho tanto rispetto dei tiri e blocchi storici e mi piace ripeterli e noto che come grado normalmente sono sempre molto duri.

Puoi rivelarci quali progetti estremi hai ora nel mirino?

Ho dei progetti in Val Daone che vorrei concludere quest'anno. Vediamo come va la stagione…

***

Intervista di Alberto Milani

Banner upclimbing ok

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875