ERSAF e Val di Mello: lavori sul sentiero e disabilità

il Dr. Antonio Tagliaferri ai mocrofoni di climbingradio

04 March 2019
Intervista esclusiva per Climbing radio al Dr. Antonio Tagliaferri, dirigente ERSAF per la provincia di Sondrio.
Il tema caldo è il progetto di allargamento e sistemazione del sentiero sulla sinistra orografica della Val di Mello, al fine di renderlo percorribile da carrozzine e accessibile ai disabili.

qui il link al podcast di climbingradio

Nell’intervista sono tante le sorprese, tra le quali l'affermazione che il progetto è stato pensato in accordo con le Guide Alpine, e con tante associazioni di disabili locali. In entrambi i casi chiederemo conferma ai diretti interessati, verificheremo se tutte queste realtà sono realmente concordi con l'esigenza di questi imponenti lavori di ristrutturazione.

- Emerge poi la certezza che non sarà un semplice lavoro di sfalcio e zappa, ma entreranno le ruspe, perché allargare il sentiero fino ad un metro e mezzo vorrà dire come minimo spaccare i massi che in alcuni punti obbligano il sentiero ad un singletrack.

- Verranno rifatti i ponti al parcheggio all’inizio della valle (ristorante Gatto Rosso) e in prossimità di Cascina Piana, per renderli percorribili dalle carrozzine, e verranno attrezzate ampie zone a passerelle: supponiamo quindi che verranno eliminati alcuni tratti più suggestivi del sentiero, dove il sentiero si perde tra il bosco e i rami secondari del torrente.

- Buona parte dei 400.000 euro stanziati verranno poi utilizzati per i servizi accessori, come i bagni che avranno un innovativo sistema di depurazione.

- Nessuna vera novità invece sul vero problema della valle, che sono le navette diesel molto inquinanti che portano centinaia di persone fino ai prati, con il loro carico di materiali da merenda, principale causa del problema di rifiuti.
Nessun accenno ad inviare gli utenti più abili a camminare 20 minuti in più, o almeno a sostituire le navette diesel con navette elettriche.

- Ersaf ha sempre fatto un ottimo lavoro sul territorio, noi di climbingradio e UP Climbing ci auguriamo vivamente che ci sia una retromarcia su questo progetto, che per quanto possa essere realizzato nel modo meno invasivo possibile, è comunque un progetto la cui utilità a quanto appare dalla nostra analisi è di gran lunga inferiore al danno creato alla riserva naturale.

- Sarà però difficile convincere ERSAF ad una retromarcia, visto che la regione Lombardia vuole fare di questo progetto un modello da presentare come esempio proprio per inaugurare la presidenza Lombarda della Macroregione Alpina.

Cap

740x195 climbingpro

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875