Andrea De Giacometti libera Wormhole, 8c+

La storia di un tiro alla Tarzan Wall

02 August 2016

Tarzan Wall, nel bellunese. Una falesia tosta e selettiva con una bella storia alle spalle. Qui anni fa, Daniele Lira chiodò un tiro che già si capiva avrebbe dato filo da torcere. Questo non fu salito all’epoca. Solo dopo venne ripreso e riattizzato da Marco Savio e ora liberato da Andrea De Giacometti. Wormhole è dato oggi 8c+ e racchiude tutti gli elementi dell’arrampicata nostrana: un chiodatore che intuisce le potenzialità di una nuova linea, un altro che risistema il tiro ed un terzo che lo libera. Ringraziamo De Giacometti per l’articolo che di seguito pubblichiamo.

WORMHOLE, di Andrea De Giacometti
foto Maurizio Zanolla

"Wormhole", nuovo banco di prova su cui i climbers piu' forti ora possono cimentarsi nella falesia di Tarzan wall.

"C'era una volta.... così cominciavano tutte le storie da bambino...mi accorgo ora e sempre di più che così inizio' anche le mia. Vita vissuta, appesa agli appigli, ad una corda, follia di pensieri... La motivazione ha un peso specifico molto alto tale da concentrare l'interesse e i pensieri in un solo punto. Questo punto può diventare un peso ma anche un passaggio verso nuovi posti. Se ben vissuto, con la giusta passione, apre nuovi universi. "Wormhole" è un po' anche questo, un buco nero che si collega ad un altro universo, passaggio obbligato alimentato dalla passione per attivare il nuovo, un nuovo progetto, una nuova visione. Bello assistere al passaggio di qualcuno per una tua visione. Grazie Andrea per l'Amico che sei..."
Marco Savio

"Questa parete, chiodata da Daniele Lira ed altri amici del bellunese negli anni '90, in seguito fu risistemata ed incrementata con tiri di difficolta' maggiore da Marco Savio, instancabile chiodatore e fortissimo scalatore locale. Un alto muro strapiombante di circa 35 metri con inclinazione variabile a seconda delle vie, su cui si puo' trovare una gamma di appigli molto ampia: svasi, liste, buchi canne e quant'altro rendono lo stile dell'arrampicata molto vario e divertente. Il tipo di dolomia potrebbe sembrare, a colpo d'occhio, non della qualita' migliore... ma nonappena si sale qualche itinerario si resta come "incollati" alle prese, molto grippose e aggressive, e ci si deve subito ricredere. Le diverse colate di calcare grigio-nero ricoprono l'anfiteatro che, trovandosi al margine del bosco, sembra quasi danzare in un contesto di luci e colore davvero unico, soprattutto nel periodo primaverile e autunnale.

Wormhole e' una via che porta con se' un po di storia. Essa ebbe inizio quando Daniele Lira si avvicino' per la prima volta alla falesia, chiodando molte vie andando alla ricerca delle cosidette "linee logiche", come del resto si faceva al tempo. Wormhole non e' mai stata probabilmente una di quelle linee... forse una visione, un'intuizione, o piu' semplicemente un sogno di uno scalatore di poter salire in libera una via attraverso appigli cosi' piccoli e lontani... Lo stesso sogno o "visione" definita da Marco Savio, il quale le ha tolto le ragnatele dopo anni tentando di salirla a sua volta e andandoci anche molto vicino.

Il 21 luglio, un giorno afoso come tanti, sono salito alla Tarzan con Moreno Muzzati e Nicola Benin deciso a ritentare, perche' era da qualche settimana ormai che provavo a venirci a capo, ma le temperature erano piuttosto fastidiose. Quel giorno sono riuscito ad arrivare in catena. Ero molto contento ma, allo stesso tempo, un po' dispiaciuto di aver fatto mio il sogno di due persone che probabilmente bramavano da molto tempo prima di me e sicuramente con intensita' maggiore... Il grado proposto e' frutto di un confronto con alcuni climbes conosciuti che hanno provato a salirla, specialmente Marco, il quale ha sicuramente un metro di misura piu' preciso e un bagaglio molto piu' grande del mio. Grazie Moreno per la motivazione che sei riuscito a tirarmi fuori, anche nei momenti peggiori, e grazie infinite Manolo che hai trovato il tempo per venire a farmi qualche scatto e festeggiare con un bicchiere (piu' di uno) di buon vino. Ringrazio inoltre Montura e Petzl per il supporto."

Andrea De Giacometti

Ita upclimbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875