Addio a Lorenzo Major, atleta della Nazionale Paraclimb

Una tragica vicenda a Viareggio ha posto fine allo scalatore 47enne di Forlì

11 May 2019
A soli 47 anni e con un passato di atleta pluripremiato in varie discipline, è venuto a mancare Lorenzo Major, scalatore della Nazionale Paraclimb.

Drammatica e ancora da chiarire la dinamica dell’episodio con il quale ha persona la vita Lorenzo Major, scalatore della Nazionale Italiana Paraclimb. Intorno alle sei di ieri mattina infatti, il suo corpo è stato ritrovato in un parcheggio di Viareggio, vicino alla sua auto, con ferite letali di armi da fuoco. La Polizia ha predisposto una inchiesta e l’autopsia potrà forse chiarire meglio le dinamiche. Un drammatico fatto di cronaca che colpisce non solo il mondo dell’arrampicata ma tutto lo sport in generale e a testimonianza di questo, varie federazioni hanno emesso comunicati di cordoglio per la tragica perdita.

Di seguito il comunicato della FASI in merito: “Un grave lutto ha colpito il mondo paralimpico e quello dell’arrampicata sportiva. E' venuto a mancare all'età di 47 anni Lorenzo Major. Da sempre appassionato di sport, ha iniziato praticando le arti marziali. A 31 anni poi l'incidente motociclistico che gli ha causato la paraplegia permanente. Questo non ha interrotto la sua carriera di sportivo ed ha calcato podi nazionali ed internazionali, passando dal kayak al tiro a segno, dal basket al paratriathlon ed alla pesistica paralimpica, dall’handbike fino ad arrivare all'arrampicata sportiva, nella quale ha conquistato il titolo di campione del Mondo nel 2014.

Per anni è stato il pioniere e la bandiera del movimento del paraclimbing, dimostrando con la sua volontà che veramente nulla è impossibile. Era recentemente tornato alla scherma paralimpica, divenendo uno dei punti di riferimento della spada. Fino alla giornata precedente la sua scomparsa, avvenuta ieri, aveva preso parte al ritiro collegiale della Nazionale di scherma paralimpica a Tirrenia, in preparazione della tappa di San Paolo del circuito di Coppa del Mondo, alla quale era convocato con la maglia azzurra.

Il Commissario Straordinario, i Tecnici federali e i dirigenti federali che hanno conosciuto e tutto il movimento dell’arrampicata esprimono i sensi del più profondo cordoglio per la scomparsa di un atleta e di un uomo la cui cifra distintiva è sempre stata la disponibilità e la signorilità, e si stringono in un commosso abbraccio alla famiglia di Lorenzo.”

Originario di Forlì ma in Toscana per un raduno con la nazionale di scherma in vista della Coppa del Mondo, Lorenzo lascia la moglie ed il figlio avuto solo pochi mesi fa.

news fasi/gazzetta.it

740x195 climbingpro

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875