Salt Lake City: trionfo USA

Vincono Bailey e Grossman, Moroni in semifinale

31 May 2021
Sean Bailey e Natalia Grossman vincono a Salt Lake City, Camilla Moroni magnifica in semifinale.

Il periodo di gare a stelle e strisce si è concluso con la seconda e terza gara negli States, rispettivamente la prima prova di coppa del mondo speed e la terza di boulder. Come ultimo evento in America, non si poteva chiedere di più: sia negli uomini che nelle donne il dominio è stato assoluto. Se negli uomini però la gara è stata una prova di alto livello per Sean Bailey, nelle donne la vittoria di Natalia Grossman è qualcosa decisamente di storico. In una finale senza alcun margine di errore, la giovane statunitense ha fatto la gara perfetta e con quattro top in quattro tentativi si è opposta alla regina indiscussa di specialità Janja Garnbret.

Nella finale femminile ormai i nomi sono assoldati: Grossman e Bertone hanno fatto tre finali su tre gare, Nonaka e Raboutou due su tre, Garnbret due su due. Ciò che stupisce è la perfetta gara della statunitense, che non ha sbagliato nulla e ha concluso la gara con solo flash. Una vittoria epica ed emozionale, condivisa con la connazionale Brooke Raboutou al terzo posto. A causa di due errori sui primi due blocchi, Janja Garnbret cede il comando e perde (per ora) lo scontro diretto con la capolista del ranking overall. Al quarto posto Oriane Bertone (FRA) giovanissima e praticamente sempre sul podio, seguita da Stasa Gejo (SRB) e Miho Nonaka (JPN). Ottima prova di Camilla Moroni (ITA), che una volta conquistato l’ingresso in semi, combatte leggera su ogni blocco. Salendo il primo e conquistando altre due zone si porta in tredicesima posizione. Un po’ di rammarico da parte di noi appassionati per l’ultimo blocco. Un top insidioso da accoppiare ci ha tenuti lontani dal piacere di vederla in finale. Appena fuori dalla semi Giorgia Tesio (ITA) si ferma al ventritreesimo posto, ad una zona dal turno successivo. Trentunesimo posto per la mitica Laura Rogora (ITA) che sale due blocchi e conquista quattro zone su cinque.

Sean Bailey (USA) emoziona ed infiamma la folla in una finale estremamente dura. Decisamente in forma nelle semi, in finale sembra essere il più pronto. Conquista due top e mette dietro i due colossi orientali Kokoro Fujii (JPN) e Tomoa Narasaki (JPN), il grande atteso dell’evento. Seguono gli altri quattro finalisti con appena due zone conquistate, sintomo di boulder davvero estremi: Ogata Yoshibyuki (JPN), Zach Galla (USA) e Maximillian Milne (GBR), entrambi alla loro prima finale. L’altoatesino Filip Schenk (ITA) difende i colori dell’Italia e si ferma ad un passo dalla smei, centrando il suo miglior risultato di sempre con un ventunesimo posto. Trentacinquesimo posto per Michael Piccolruaz (ITA), che rimane l’unico italiano ad aver disputato una semi quest’anno e quarantasettesimo Ludovico Fossali, in costante miglioramento. 

Appuntamento ad Innsbruck!

Fonte IFSC

AP

 

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875