Altri cinque morti in montagna tra Alpi ed Abruzzo

diversi incidenti funestano un fine settimana nero

03 December 2019
Fine settimana drammatico ancora sulle Alpi e sul Gran Sasso dove altre cinque persone hanno perso la vita in seguito a tre differenti incidenti.


Dallo sci all’escursionismo, è stato un week end davvero atroce per il numero di vittime che hanno perso la vita sulla neve. Sulle Alpi Svizzere, Domenico Proscia, avvocato 48enne di Asti, è caduto in un crepaccio in prossimità del Piccolo Cervino e da lì ha dovuto attendere i soccorsi che sono stati allertati immediatamente. Trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Berna, è qui deceduto per le lesioni riportate.

Sono stati due invece i morti sul Gran Sasso facenti parte di una comitiva di sei persone. Il gruppo stava procedendo in zona Rova del Ferro quando una delle due è scivolata su una lastra di ghiaccio, precipitano. Nel tentativo di soccorrerla, una seconda persona è caduta a sua volta mentre i compagni davano l’allarme. Si tratta di Gianpiero Brasile, 58 anni, di Lanciano (Chieti), e Antonio Muscedere (55) originario di Sora e residente a Posta Fibreno (Frosinone).

Era invece un carabiniere di Sulmona in servizio a Castel di Sangro la persona morta sul versante aquilano della Majella a seguito di una caduta in un canalone. Il suo corpo privo di vita è stato ritrovato dai soccorsi dopo che di lui si erano perse le tracce.

I nomi di questi sfortunati appassionati si aggiungono a quelli di Edoardo Camardella e Luca Martini, deceduti alcuni giorni fa sul Monte Bianco durante una uscita scialpinistica.

news rainews.it/viagginews.com

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875