L'Himalaya restituisce i corpi di due alpinisti scomparsi 30 anni prima

Le salme di Kristinn Rúnarsson e Þorsteinn Guðjónsson ritrovate in un crepaccio

12 December 2018
A 30 anni esatti, i ghiacci dell’Himalaya restituisco i corpi di due alpinisti scomparsi nel 1988.

Si tratta di Kristinn Rúnarsson e Þorsteinn Guðjónsson i corpi degli alpinisti ritrovati a trent’anni dalla loro scomparsa in Himalaya. I due, impegnati nel 1988 sul Pumori, montagna tra Nepal e Tibet di 7161 metri, stavano salendo insieme a Steve Aisthorpe quando quest’ultimo ha dovuto rinunciare alla spedizione a causa di un problema fisico ed è dovuto ridiscendere. Da allora, più nessuno li aveva visti. A ritrovarli è stato un altro alpinista che ha potuto constatare che la morte era avvenuta a seguito della caduta in un crepaccio e ha quindi allertato i soccorsi i quali hanno portato le salme a Kathmandu.

“Non mi sono sentito mai così solo come quando sono tornato al campo alto” ha dichiarato Aisthorpe. "Mentre salivo, speravo solo che Kristinn e Þorsteinn fossero scesi e si fossero chiusi nei loro caldi sacchi a pelo. Tornai e non trovai nessuno. Gridai ma la mia voce si perse tra le rocce. Le tende erano vuote e iniziai a sudare freddo, con lo stomaco aggrovigliato.”

news theguardian.com

TAGS:
himalaya , pumori
Banner c 14

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875