Addio a Franco Miotto

Se n’è andato "l'uomo che faceva il sesto grado con i capelli bianchi"

10 October 2020
Franco Miotto si è spento mercoledì 7 ottobre, a 88 anni, in casa di riposo.

Classe 1932, Miotto era alpinista e membro del CAAI, noto come "l'uomo che faceva il sesto grado con i capelli bianchi". La sua carriera infatti ebbe inizio relativamente tardi, nel 1974, quando tracciò una via impegnativa sulla parete nord della Pala Alta (Schiara).

Negli anni successivi Miotto realizzò una serie di imprese notevoli tra aperture e salite invernali, scalando con Riccardo Bee, Benito Saviane e un giovanissimo Mauro Corona. Da ricordare la prima invernale della via italo-polacca alla Cima del Burel, la Diretta dei bellunesi alla parete nord-est del Pizzocco, vari nuovi itinerari sulla parete nord del Col Nudo.

Una specialità di Miotto erano i “viaz”, espostissime cenge da camosci che attraversano le impervie pareti delle Dolomiti Bellunesi, lungo le quali l’alpinista ed ex cacciatore tracciò percorsi vertiginosi. Alcuni di questi “viaz” sono stati da lui segnati con tracce di vernice e relazionati, ma non si tratta in alcun modo di percorsi escursionistici!

Per le sue ascensioni sulla Cima del Burel, sul Pizzocco, alle Pale di San Lucano e sul Col Nudo gli venne attribuito nel 2001 il “Pelmo d’Oro”, storico Premio curato dalla Provincia di Belluno in collaborazione con CAI e Fondazione Dolomiti UNESCO, che ha lo scopo di valorizzare la cultura alpina sulle Dolomiti Bellunesi.

Zenit 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875