Barmasse e Göttler abbandonano il Nanga Parbat

Fine spedizione causa maltempo

24 January 2022
È ufficiale: Hervé Barmasse e David Göttler abbandonano il Nanga Parbat.

«Non ho mai rimpianto nessuna esperienza e dì certo non rimpiangerò questa», afferma Barmasse. «Quella di aver creduto (e ci credo ancora) che si possa scalare la parete più grande del mondo (la Rupal del Nanga Parbat 8126 m) in inverno e in uno stile pulito, leggero, alpino. Uno stile che rispetta la montagna e di conseguenza l’uomo. Ovvio, non è facile ma il limite, se ne esiste uno, è il bel tempo che non si presenta mai…».

Barmasse e Göttler sono riusciti qualche giorno fa a salire fino a 6300 metri di quota lungo la via Schell, ma sono stati bloccati dal maltempo che li ha costretti a restare chiusi in tenda per un giorno e una notte prima di riuscire, non senza difficoltà, a tornare al campo base.

Le previsioni a lungo termine prevedono vento tra 70 e 200 km/h sulla cima. «E come quasi sempre accade, dopo il vento così forte riprenderanno le copiose nevicate rendendo inutile l’attesa al campo base. Per questo motivo abbiamo deciso di non posticipare la fine della spedizione ma dì mantenere il programma originale e rientrare in Italia per fine mese così da concentraci sugli altri obiettivi di questo 2022» conclude Barmasse.

«Magari fra due settimane si presenterà una finestra meteo che sarebbe stata perfetta – racconta Göttler – ma noi abbiamo deciso di non rischiare di stare seduti al freddo all’infinito aspettando questa piccola possibilità».

 

MR. Fonti: social network degli alpinisti.

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875