K2 invernale – si ritira anche Carlos Garranzo

L’alpinista spagnolo messo KO da problemi di salute

13 January 2021
Anche Carlos Garranzo si ritira dalla corsa al K2 invernale.

L’alpinista spagnolo, parte del team di Sergi Mingote, è stato evacuato dal campo base del K2 dopo una notte particolarmente difficile. Arrivato a Skardu afferma di sentirsi meglio, ma dovrà fare alcuni accertamenti in ospedale per problemi renali.

Carlos Garranzo, 60 anni, non è certo un alpinista di punta a livello internazionale, ma non è nemmeno un principiante: ha al suo attivo cinque delle “Seven Summits”, tra cui l’Everest. Nel 2018 ha scalato il Broad Peak e nel 2019 anche il Lhotse, sempre in compagnia di Sergi Mingote.

Garranzo è il terzo pretendente al K2 invernale che si vede costretto a rinunciare per questioni di salute. Prima di lui si sono ritirati il polacco Waldemar Kowalewski, a causa di un’ernia, e uno Sherpa colpito da congelamento.

E quelli che rimangono? Oggi gran parte dei numerosi alpinisti presenti al campo base ha ricominciato a muoversi verso l’alto. Tra questi Sergi Mingote, Juan Pablo Mohr, Tamara Lunger e Alex Gavan, Mattia Conte, Antonis Sykaris. Atanas Skatov, John Snorri e i due Sadpara sono saliti al campo 2. Più in alto di tutti dovrebbero esserci la squadra di Nirmal Purja e i due Sherpa Pasang Nurbu e Sona, con l’obiettivo di attrezzare la via fino al campo 4.

Banner c annuario2020

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875