Lost in China, nuova via per Ines Papert e Luka Lindič

In Kirhizistan sul Kyzyl Asker

27 October 2016

Ines Papert e Luka Lindič hanno aperto Lost in China (ED, WI 5+, M6, 1200m), una nuova via sulla parete sud est del Kyzyl Asker, montagna di 8542 metri in Kirhizistan.

Si tratta di una località molto remota nella regione di Xingjang, al confine tra Cina e Kirghizistan. Non si è trattato del primo viaggio per Ines da questa parti; nel 2010 si dovette ritirare a 300 dalla vetta a causa delle copiose nevicate che rendevano impossibile ed estremamente pericoloso proseguire e l’anno successivo furono dei problemi di salute di alcuni componenti della squadra a mettere i bastoni tra le ruote alla forte scalatrice tedesca.
Cinque anni dopo, il tarlo di salire quella montagna si impossessò nuovamente della Papert che ne parlò con l’alpinista sloveno Luka Lindič che si dimostrò subito entusiasta.

I due sono partiti con l’idea di salire leggeri e veloci, in perfetto stile alpino. Il 30 settembre alle 5.00 am hanno iniziato a muoversi nel buio con l’idea di raggiungere il giorno stesso la cresta sommitale. Era prevista una finestra di tempo buono e stabile ma anche di breve durata.

Ad un certo punto un urlo ha pietrificato Ines ma in realtà Luka stava gridando per la gioia: una perfetta lingua di ghiaccio puntava dritta fino in cima. Mentre un temporale si avvicinava, i due si sono portati a soli due tiri dalla famosa cresta dove hanno bivaccato per una gelida notte. Il giorno dopo sono ripartiti e, raggiunta questa verso le 10, hanno messo piede in vetta alla 12.10.

Via Lost in China (ED, WI 5+, M6, 1200m)
Kyzyl Asker, Kirhizistan
prima salita Ines Papert, Luka Lindič

foto dell'articolo Ines Paprt e Luka Lindič

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875