Arrampicata invernale – grande movimento in Dolomiti

Solitaria invernale sul Pilastro di Mezzo del Sass dla Crusc, prime invernali in Civetta

04 March 2021
Grazie all’alta pressione persistente c’è grande movimento in Dolomiti, dove recentemente sono state realizzate numerose imprese interessanti di arrampicata invernale.

Il 25 febbraio l’altoatesino Simon Gietl ha salito in solitaria invernale il Pilastro di Mezzo sul Sass dla Crusc, lungo la via aperta da Günther e Reinhold Messner nel 1968 con la variante Mariacher (Mariacher, Iovane, Rieser, 1978). Quella di Gietl è probabilmente la prima salita fatta in solitaria durante l’inverno.

Sempre in questi giorni sulla ovest del Civetta sono state realizzate due prime invernali. La cordata Alex Walpoth-Titus Prinoth ha ripetuto “Chimera Verticale” (Baù, Geremia, Beber, Matteraglia, 2007-2008) mentre Alessandro Baù, Giovanni Zaccaria e Thomas Gianola hanno salito “W Mejico Cabrones” (Venturino De Bona, 2001).

Infine – ammesso che questa finestra favorevole ma anomala, troppo calda e troppo secca, stia davvero per finire – il 3 marzo Nicola Tondini e Lorenzo D’Addario si sono aggiudicati la prima invernale di “Dulcis in fundo” (Dal Pozzo, De Biasi, 1988) alla Torre d’Alleghe.

MR

Kubo 740x195.gif

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875