I Guardiani dell’Ossola

Nuova via a Pontemaglio (Crevoladossola-VB)

08 August 2019
Tiziano Capitoli e Leo Vescio hanno aperto la nuova via I Guardiani dell’Ossola.

I Guardiani dell’Ossola si trova sul Pilastro di Pontemaglio, a fianco del Pilastro Corsini, dove esistono già due vie: Curri ca chiovi e Bionde trecce.

Il nuovo itinerario offre un’arrampicata tecnica, prevalentemente in placca, con alcuni passaggi ancora da liberare. Si scala bene in primavera e autunno.

 

Val d'Ossola (Piemonte)
Pilastro di Pontemaglio, versante sud-ovest
I Guardiani dell’Ossola
Tiziano Capitoli, Leo Vescio, a più riprese tra il 2018 e giugno 2019
300 m (12 L), dal 4c al 7b (da liberare)

 

Materiale: classico da roccia. La via è completamente attrezzata a spit 10 mm, soste con due spit e anello per le doppie.

Accesso: raggiungere Pontemaglio (Crevoladossola-VB), superare una galleria di roccia, attraversare un ponte sulla dx e parcheggiare a sx prima della sbarra. Seguire a piedi la sterrata fino all’ingresso della cava, proseguire in discesa e, dopo 100 m circa, reperire sulla dx i nuovi bolli rossi (nuovo sentiero) che, evitando il passaggio sul terreno privato di una cascina, conducono sul sul sentiero preesistente. Seguirlo in salita fino a un crocevia (a sx si va all’attacco della via Pacha Mama). Prendere il sentiero di dx che, superando un tratto di parete con pioli in ferro, conduce a un traliccio. Proseguire per una scala in cemento, poi piegare a dx fino a una rampa rocciosa. Risalirla e raggiungere una paretina con la scritta Curri ca chiovi (via). Continuare lungo il sentiero a dx, superare un ruscello, proseguire in discesa fino alla base della parete. Scendere 20 m ca. per raggiungere l’attacco con scritta (40/50 minuti dall’auto).

Relazione:
L1: placca con passo al terzo spit, 6a+;
L2: traverso a sx per 20/25 m, 5a;
L3: decisamente in verticale per affrontare le prime difficoltà, superare un primo tettino per poi mettersi decisamente su aderenza ostica (7a/b o A0 per 3 spit) fino a raggiungere le prime tacche su muretto (6a+). Sosta su cengia, 7a/b o A0;
L4: traverso a dx, diedrino delicato e placca elegantissima a tacchette, poi in diagonale a dx fino in sosta, 6b+/c;
L5: in verticale per placca e quarzi, 6a;
L6: proseguire in placca fino a uno strapiombo, 6a;
L7: superare lo strapiombo direttamente (7a o A0), continuare per placca a una cengia. 7a o A0 e 6a;
L8: salire in verticale per bellissima placca di movimento, 6a+;
L9: placca facile, 4c;
L10: placca di raccordo fino in cengia, 3a;
L11: placca lavorata, 5c+;
L12: salire in verticale e aggirare a dx una betulla. Proseguire fino in vetta, 5c.

 

Discesa: in doppia (si raccomanda di non saltare alcuna sosta).

Relazione e immagini fornite dagli apritori. Si ringrazia Versante Sud per il materiale fornito.

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875