Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach e Symon Welfringer in partenza per la Groenlandia

Spedizione by fear means con traversata in kayak verso una parete inviolata

12 July 2021
Destinazione Groenlandia per Matteo Della Bordella che, insieme a Silvan Schüpbach e Symon Welfringer, si sta preparando ad affrontare una spedizione by fear means che unisce viaggio, avventura, esplorazione e scalata. La partenza dall’Italia è fissata per il prossimo 15 luglio.

L’obiettivo è una parete inviolata alta 1200 metri, localizzata a circa 400 chilometri da Tassilaq, cittadina della costa est della Groenlandia. 360 sono invece i chilometri che separano l’obiettivo alpinistico dal primo centro abitato, il villaggio di Isortoq. Sulla parete ci sono poche informazioni. Sarà necessario studiarla attentamente per individuare le possibili linee di salita e valutare le migliori soluzioni per condurre al meglio un tentativo. «Abbiamo in mente una salita in stile alpino e in libera» spiega Matteo Della Bordella. «Fondamentale sarà osservare la parete, prima però ci aspetta una grande avventura».

Per raggiungere la parete infatti il team ha deciso di imbarcarsi in una lunga traversata in kayak nell’oceano artico, senza supporti esterni e con i kayak carichi di tutto quanto necessario per essere autosufficienti sia nel lungo viaggio di andata e ritorno che durante la scalata. Circa 70 i chili di attrezzatura che ogni alpinista avrà con sé. «Avremo un’autonomia di circa 36 giorni», si tratta quindi di una spedizione a tempo limitato, proprio a causa della scelta di utilizzare i kayak per lo spostamento. «Abbiamo scelto questo mezzo perché ci piace e perché stimola in noi il desiderio esplorativo». Un desiderio reso ancora più suggestivo dall’itinerario di navigazione scelto dai tre. «Secondo le informazioni in nostro possesso – spiega Matteo – una cosa del genere non è mai stata fatta prima. Distanza, isolamento e una bellissima parete inviolata rappresentano un mix estremamente stimolante». Un’esperienza dal sapore d’altri tempi, un’avventura totale senza compromessi. Qualcosa di completamente diverso rispetto alla spedizione che qualche anno fa ha visto Matteo protagonista in Groenlandia. «Qui ci sono molte incognite in più e anche le difficoltà sono maggiori. La passata spedizione era all’interno del fiordo, su un terreno già esplorato con il kayak». Nell’oceano cambia tutto: aumentano i chilometri, aumentano le incognite, ci si muove in un ambiente ancora inesplorato. «Un alpinista cerca sempre di alzare l’asticella, questo per noi è il modo di farlo».

Sarà possibile seguire la spedizione di Matteo, Silvan e Symon sui canali social di Matteo Della Bordella. Gli aggiornamenti saranno sporadici e legati alle possibilità comunicative dei tre, che hanno scelto di limitare l’uso della tecnologia a brevi aggiornamenti e a eventuali situazioni di emergenza.

Kubo 740x195.gif

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875