Monte Curognu, Punta Giacomo Deiana e Monte Figu

Nuove vie trad sui graniti galluresi (Sardegna)

01 October 2021
Franco Rinaldi presenta alcune nuove vie trad su Monte Curognu, Punta Giacomo Deiana e Monte Figu, nei dintorni di Aglientu (Gallura, Sardegna).

Un territorio suggestivo e selvaggio caratterizzato da folta macchia mediterranea e boschi di leccete – una fitta vegetazione che spesso rende gli avvicinamenti lunghi e impegnativi – dai quali emergono una moltitudine di torri e rilievi granitici.

L’area si trova tra le colline sottostanti il centro abitato di Aglientu e la strada costiera litoranea; seminascosta e poco visibile, la vallata con le sue torri per anni è passata inosservata agli occhi dei più, ma non è sfuggita alle esplorazioni di Marcello Mariano, che dal 2014 ha iniziato ad aprire vie, alternando la compagnia di vari amici dell’associazione Sardegna Verticale (tra i quali anche lo scrivente).

I rilievi attirarono anche l’attenzione del fortissimo Giacomo Deiana – di casa nella zona – che nel 2017 aveva adocchiato alcuni progetti, oltre ad avere effettuato una delle prime ripetizioni della via che sale la suggestiva quota 491 metri, torre che oggi porta il suo nome.

In pochi anni sono nate quindi dodici vie trad, perlopiù distribuite sui massici maggiori – Monte Curognu, Punta Giacomo Deiana (conosciuta dai locali come Lu Campanili) e Monte Figu – sempre in ambiente suggestivo e con panorami eccezionali sulla costa e verso l’interno della Gallura.

Gli sviluppi sono spesso modesti, a malapena si raggiungo i 100 metri, ma l’arrampicata è eccezionale e avventurosa.

Nella zona sono ancora tantissime le possibilità per nuove aperture, soprattutto sulle torri più a monte, che sembrano offrire linee interessanti, quasi sempre sui versanti occidentali.

ATTENZIONE: è fondamentale accedere alle torri con assoluta discrezione, considerando che quasi sempre si attraversano terreni privati e in alcuni casi si incontra bestiame al pascolo. È bene che rispetto ed educazione vadano pari passo col divertimento, onde evitare spiacevoli incomprensioni coi proprietari della zona.

Accesso e avvicinamento. Da Aglientu procedere sulla SP5 in direzione Tempio Pausania per 6 km; al segnale con indicazione Chiesa campestre di San Biagio svoltare a destra e percorrere la strada vicinale asfaltata che, dopo qualche chilometro, diventa sterrata. Proseguire fino a raggiungere i rilievi, evidenti a destra della strada. Parcheggiare dove possibile, prestando attenzione a non ostacolare l’accesso ai cancelli, e procedere al meglio sui vari sentieri che, snodandosi tra la vegetazione, salgono alle torri (solitamente in 20/30 minuti circa).

Monte Curognu

  1. Fulmini Lubrificati, VII/R2/II, 90 metri (4L), M. e R. Mariano 2014
  2. Raffiche di Mirto, V+/R2/II, 70 metri (3L), M. e R. Mariano 2015
  3. Sirens, VI+/R2/II, 30 metri (2L), M. e R. Mariano 2015
  4. Lo smacchiatore mediterraneo, VII+/R2/II, 40 metri (2L), M. e R. Mariano 2017

Punta Giacomo Deiana

  1. Su Dimoniu, VI/R2/II, 90 metri (3L), M. Mariano e C. Todde 2015
  2. Traverso dell’incontro, 5c/R1/II, 20 metri, M. Mariano e soci 2021

Monte Figu

  1. Quando capita ci ritorniamo assieme, VII/R2/II, 85 metri (3L), M. Mariano e F. Rinaldi 2018
  2. Il Drago moribondo, VI+/R2/II, 85 metri (2L), M. Mariano e F. Rinaldi 2018
  3. Il girone dei sudati, VII/R2/II, 80 metri (2L), M. Mariano e F. Rinaldi 2019
  4. Fino al buco, VII+R2/II, 80 metri (2L), M. Mariano e F. Rinaldi 2019
  5. I rifugiati, VIII-/R2/II, 75 metri (2L), M. Mariano e F. Rinaldi 2018
  6. Il guardiano del silenzio, V+/R2/II, 45 metri (2L), M. Mariano in solitaria 2018

Informazioni fornite da Riccardo Serra. Testo di Franco Rinaldi.

Kubo 740x195.gif

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875