Henri Aymonod ed Erica Ghelfi campioni italiani vertical

PizTriVertical valido come Campionato italiano assoluto individuale e di società

01 August 2021
Sono Henri Aymonod ed Erica Ghelfi i nuovi campioni italiani vertical.

Questo il verdetto del PizTriVertical, disputato ieri a Malonno (BS) e valido come Campionato italiano assoluto individuale e di società di chilometro verticale.

Il valdostano Henri Aymonod, che si afferma campione italiano per la terza volta, ha dato spettacolo con una prova perfetta, conclusa in 34’27”. Seconda posizione per Tiziano Moia, terza per Andrea Rostan.

«Una battaglia stupenda con Tiziano ed Andrea. Oggi sono ondati fortissimo» racconta Aymonod. «Nella prima parte mi sono anche staccato perchè non riuscivo a gestire le sfuriate di Tiziano Moia. Al primo intermedio ero a 18” da lui e vi dico che ero a tutta. Poi però come accade spesso nella seconda parte di gara riesco a dare il meglio. Ho ricucito e quando sono arrivato qui sotto il tifo di casa, ora posso dirlo, mi ha esaltato e caricato al massimo. Son riuscito a portarlo in volata come due anni fa con Abraham ed a vincere. Ma bravo davvero a Tiziano, oggi è stato superlativo, e come lui Andrea».

I primi 10 uomini:

  1. Henri Aymonod 34’27” (Campione Italiano)
  2. Tiziano Moia 34’33”
  3. Andrea Rostan 34’49”
  4. Timotej Becan 35’27”
  5. Massimo Farcoz 35’36”
  6. Francesco Puppi 35’43”
  7. Zak Hanna 35’50”
  8. Andrea Acquistapace 35’58”
  9. Geoffrey Gikuni Ndungu 36’06”
  10. Timothi Kimutai Kirui 36’21”

Al femminile si afferma Andrea Mayr, alla sua quarta vittoria in questa prova. Il suo commento: «Come sempre Malonno è speciale. La gara non è stata per nulla facile. All’inizio le due ragazze africane (Njeru ed Aramisi) hanno subito spinto al massimo. È stato difficile per me ma mi sono detta che era necessario mantenere la calma e che la gara sarebbe stata lunga abbastanza per fare la mia azione. Ai 200 metri di dislivello coperti sono riuscita ad andarmene e poi quando so che arrivo qui sotto il muro finale le mie energie si moltiplicano perché questa è una gara incredibile e un’atmosfera unica. Ieri ho affrontato un lungo viaggio per arrivare a Malonno e sono partita dopo un turno di lavoro in ospedale. Ad un certo punto quando ho visto i km e le ore di macchina che ci volevano ho pensato di rinunciare. Ma poi arrivi qui e capisci che ne vale davvero la pena. Grazie Malonno!».

L’austriaca ha condotto la gara quasi senza vedere le avversarie ed è arrivata da sola al traguardo in 38’54”. Tutte le altre, compresa la campionessa italiana Erica Ghelfi, restano sotto il soffitto dei 40’.

Le prime 10 donne:

  1. Andrea Mayr 38’54”
  2. Joyce Muthoni Njeru 41’16”
  3. Mojca Koligar 41’31”
  4. Erica Ghelfi 41’54” (Campionessa Italiana)
  5. Valentina Belotti 42’59”
  6. Alessia Scaini 43’03”
  7. Vivien Bonzi 44’00
  8. Camilla Magliano 44’14”
  9. Corinna Ghirardi 44’48”
  10. Lorenza Beccaria 45’01”

I titoli italiani della categoria promesse vanno ad Alessia Scaini e a Manuel Zani mentre quelli juniores a Sveva Della Pedrina ed Elia Mattio.

MR. Fonte: comunicato www.flettatrail.it.

S21 webbanner ctc 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875