Epitaph: Toru Nakajima sul capolavoro (rotto) di Koyamada! - Up-Climbing

Epitaph: Toru Nakajima sul capolavoro (rotto) di Koyamada!

Nakajima torna con carattere sulla scena mondiale, con un 8C+ simbolo dell’effimero!

 
Nel 2009, dopo un anno di tentativi, Dai Koyamada riuscì a salire una delle linee più dure in carriera sul Monte Horai e lo chiamò Epitaph, 8C. Una linea in forte strapiombo ma caratterizzata da una roccia debole e soggetta a rotture, la cui prima ripetizione è arrivata solo nel 2017 ad opera di Ryuichi Murai, che ne confermò la difficoltà. Subito dopo, però, l’appiglio chiave si ruppe e Epitaph fu considerata impossibile.

Tuttavia, come sempre più spesso sta accadendo, ciò che sembra impossibile in realtà è ciò di cui ancora non si ha la capacità di avere una “visione” diversa!

Infatti, Toru Nakajima, boulderista con alle spalle salite come Lucid Dreaming a Bishop e Vanitas, Idea e Sanctum in patria, ha provato a dare un’occhiata a questo boulder a partire dall’anno scorso, constatando che il chiave poteva essere effettivamente possibile.Tornato quest’anno motivato, al nono giorno di tentativi è riuscito a passare questa sezione partendo dall’inizio e poi cadendo già alto.

Come descrive nel suo post Instagram, ha poi dovuto lottare con il meteo e i problemi fisici ma al tredicesimo giorno di tentativi la salita è arrivata e Epitaph ha ripreso vita! Una vita però brevissima…i cristalli dell’appiglio chiave si sono rotti dopo la sua salita, e questa linea è tornata ad essere un punto di domanda. Ad ogni modo, seppur per brevissimo tempo, il Giappone ha potuto vantare un’altra linea estrema, che a parere di Toru valeva l’8C+.

Una vicenda comunque unica e particolare, che dimostra anche come, dopotutto, siamo noi a doverci adattare e accettare ciò che l’ambiente naturale ci offre, in tutta la sua miriade di sfaccettature. Un concetto che, purtroppo, non fa più parte del mondo dell’arrampicata, dove qualunque strumento o stratagemma è ormai lecito per adeguare le condizioni naturali alle nostre esigenze egoistiche…

Albertaccia

Fonte: Instagram

Condividi: