San Vito Climbing Festival 2012: DWS e Black Diamond Trail Night - Up-Climbing

San Vito Climbing Festival 2012: DWS e Black Diamond Trail Night

 
 
LO SPORT: Giornata iniziata con il DWS a Cala Firiato, raggiunta da mare e da terra da coloro che non temono l’acqua e che hanno voluto abbandonare, almeno per una mattinata, le falesie. Tuffi infiniti, blocchi possibili, impossibili e tanto divertimento.  Spettacolo anche con il team Gibbon che ha improvvisato sull’acqua una slack-line acrobatica.
Poi, chi ancora aveva fiato, lo ha speso alla Black Diamond Trail Night: sei chilometri di cronoscalata in notturna  al Monte Monaco, risolta in 35 minuti dalla spiaggia alla cima. Ma la vera prova sportiva sarà questa sera al campeggio el Bahira,  con il DJ Oscar del Trango team, che finirà le ultime riserve energetiche degli oltre 700 iscritti, che neppure una overdose di cannoli e zibibbo potrà far recuperare.
 
 
I FILM: Questa sera ancora film, con la rassegna coordinata in modo spettacolare da Alan Formanek del Vancouver Mountain Film Festival, ed immagini di kayak e trial bike.
 
vi raccontiamo intanto la serata di ieri, iniziata con Stevie Haston, che con le sue immagini sulle falesie di Malta ha lanciato un ponte tra la sua terra e la Sicilia. Poi il bellissimo film di Alberto Sciamplicotti sulle popolazioni Inuit: "Parlare con le orecchie – Robert Peroni e la terra degli uomini". La proiezione, arricchita dalla presentazione del regista, ha portato all’attenzione del pubblico la tematica delle culture minoritarie, destinate a combattere una strenua lotta per la sopravvivenza e la non omologazione nelle culture occidentali. Il popolo Inuit diventa solo una scusa, un veicolo per narrare di un problema comune a popoli che vanno dal nord al sud America, dall’Africa agli angoli più nascosti del continente asiatico.
 
il tutto arricchito dal contesto suggestivo della splendida piazza di San Vito Lo Capo, piccolo centro trapanese che si sta ponendo come perno mediterraneo del movimento del free climbing:
ieri il meeting con le amministrazioni di Arco di Trento, Finale Ligure, Valmasino, poi ancora l’incontro con l’Isola di Malta, il cui rapporto con la manifestazione pare debba proseguire oltre l’evento di questi giorni, e oggi la Trango World, sponsor dell’evento che ha creato un contatto tra alcuni importanti eventi spagnoli e il SCF. 
 
 
Un San Vito Climbing festival che non solo si pone all’attenzione per il piano ludico e sportivo, ma che riesce nell’intento di lanciare un messaggio più profondo, perché l’arrampicata non sia solo un movimento di bicipiti ma anche di persone.
 

Condividi: