Incidenti sul Broad Peak - Up-Climbing

Incidenti sul Broad Peak

Dopo i successi del weekend, ci sono stati purtroppo alcuni incidenti sul Broad Peak.

Kim HongBin ha perso la vita in seguito a una caduta durante la discesa dalla vetta. L’ascensione del Broad Peak, realizzata nel tardo pomeriggio del 18 luglio, ha permesso a Kim di completare la sua collezione dei 14 Ottomila e di diventare il primo alpinista disabile a raggiungere questo obiettivo.

Insieme alla squadra di Kim, anche altri gruppi hanno raggiunto il Broad Peak “fuori orario” nel tardo pomeriggio domenica scorsa. Uno di questi comprendeva la giovane russa Anastasia Runova che, come HongBin, è caduta in fase di discesa. Illesa ma in stato di shock e sfinimento, è stata soccorsa prima da un portatore pakistano, poi da Anton Pugovkin e Vitaly Lazo. Pugovkin l’ha accompagnata al campo 3 mentre Lazo ha continuato a salire con l’obiettivo di soccorrere anche Kim HongBin. In seguito Anastasia Runova, con l’aiuto dei compagni di spedizione, è arrivata sana e salva al campo base.

Quando Lazo, nelle prime ore del mattino di lunedì 19, è arrivato sul luogo dell’incidente che ha coinvolto Kim, quest’ultimo era ancora vivo ma bloccato nel punto in cui era caduto. Lazo ha tentato di recuperarlo, purtroppo senza successo.

MR. Fonte: social network Anton Pugovkin e Vitaly Lazo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Death Zone Freeride (@deathzonefreeride)

Condividi: