K2 invernale – speranze perdute per i tre dispersi - Up-Climbing

K2 invernale – speranze perdute per i tre dispersi

Le speranze sono ormai perdute per i tre dispersi durante l’ultimo tentativo di salita invernale al K2.

Il pakistano Muhammad Ali Sadpara, l’islandese John Snorri Sigurjónsson e il cileno Juan Pablo Mohr Prieto sono stati ufficialmente dichiarati morti durante una conferenza stampa tenutasi a Skardu a cui hanno partecipato le famiglie degli alpinisti scomparsi. All’incontro erano presenti anche il ministro del turismo di Gilgit-Baltistan Raja Nasir Ali Khan e il figlio di Ali Sadpara, Sajid Sadpara.

I tre alpinisti sono stati visti l’ultima volta il 5 febbraio nei pressi del Collo di Bottiglia da Sajid Sadpara, figlio di Muhammad Ali Sadpara. Sajid aveva l’intenzione di salire insieme a loro, ma è stato costretto a scendere a causa di un malfunzionamento del suo erogatore di ossigeno. Questo piccolo disguido tecnico gli ha probabilmente salvato la vita.

Nei giorni scorsi, meteo permettendo, i dispersi sono stati cercati assiduamente con tutti i mezzi disponibili. Alcuni alpinisti pakistani hanno anche tentato di salire a piedi. Le foto aeree e le ricerche effettuate con sofisticati apparecchi satellitari non hanno fornito alcun indizio relativamente a quanto può essere successo sul K2.

Condividi: