Tamara Lunger torna in Pakistan - Up-Climbing

Tamara Lunger torna in Pakistan

Tamara Lunger torna in Pakistan con una missione speciale: sostenere il progetto “Climbing for a reason”, avviato da Juan Pablo Mohr.

Sono passati ormai sei mesi dal tragico tentativo invernale al K2 durante il quale il cileno, con Alì Sadpara e John Snorri, è scomparso a monte del Collo di Bottiglia. Da allora non è stato possibile ottenere ulteriori informazioni sull’incidente che ha verosimilmente coinvolto i tre dispersi.

In onore e in memoria del compagno di cordata scomparso, Tamara Lunger ha deciso di portare avanti il progetto “Climbing for a reason”, al quale Mohr teneva profondamente. L’iniziativa prevede l’attrezzatura di pareti e falesie e l’insegnamento dell’arrampicata alle bambine e ai bambini pakistani della Shigar Valley «Certamente per farli divertire ma anche per garantire loro un futuro partendo dalle risorse della loro terra», afferma Tamara sui social.

È possibile partecipare al progetto con una donazione. Informazioni qui.

Condividi: