AZZURRINI: EVA MENGOLI SFIORA IL PODIO - Up-Climbing

AZZURRINI: EVA MENGOLI SFIORA IL PODIO

I RISULTATI DELLA SPEED

Terminati i campionati del mondo giovanili a Seoul.

Subito dopo la lead, la disciplina speed si è alternata con il boulder nell’assegnare i titoli di campioni del mondo giovanili 2023. L’organizzazione della gara di Seoul ha faticato a reggere il passo con lo spessore dell’evento, rimanendo vittima del maltempo e mettendo gli atleti alle corde. In campo italiano, la giovanissima Eva Mengoli ha sfiorato il podio nella categoria Under 16 e gran parte della delegazione azzurra si ha conquistato un posto nelle fasi finali, rimanendo però senza medaglie.

Tra le Under 16 femminili, Eva Mengoli (Vicecampionessa Europea) conclude ad un passo dal podio in quarta posizione. Sara Strocchi si ferma ai quarti, mentre Alessia Lugli (Campionessa Italiana) conclude con un diciottesimo posto. Nell’Under 18 Sofia Milani, Agnese Fiorio (Campionessa Europea Giovanile e Vicecampionessa Italiana) e Alice Strocchi accedono alle fasi finali. Alice cede il passo agli ottavi, mentre la Fiorio e la Milani approdano ai quarti. Nell’Under 20 la veronese Sofia Bellesini (Campionessa Europea 2023 e  Vicecampionessa Mondiale 2022) realizza un’eccellente  qualifica col tempo di 8.67” e si ferma ai quarti.

Nell’ Under 16 maschile, Ludovico Borghi (Campione Europeo Giovanile e Vicecampione Italiano) Samuele Graziani (Campione Italiano Giovanile) ottengono ottimi tempi in qualifica (4 e 5° piazzamento), accedendo alla fase finale; Graziani conclude gli scontri negli ottavi,mentre Borghi approda ai quarti. Nell’Under 18  Daniele Balestrazzi (Vicecampione Italiano),  Alessandro Giorgianni e Marco Rontini (Campione del Mondo Under 18 nel 2022) si qualificano per la fase finale rispettivamente con il quarto, ottavo e decimo piazzamento. Giorgianni viene superato agli ottavi, mentre Rontini e Balestrazzi accedono ai quarti. Ventisettesimo posto per Francesco Govoni

Il DT di specialità, Aldo Reggi, commenta così le prove dei ragazzi: “Dei nostri giovani velocisti 13 su 15 si sono classificati in finale nelle 6 categorie, ottenendo buoni piazzamenti. Purtroppo quest’anno sono mancati i podi. Questa esperienza li porterà sicuramente ad un maggior impegno negli allenamenti per raggiungere obiettivi più prestigiosi a livello mondiale il prossimo anno”. 

Fonte e cortesia foto FASI

Alessandro Palma 

Condividi: