PARALIMPIADI: ARRAMPICATA IN ARRIVO! - Up-Climbing

PARALIMPIADI: ARRAMPICATA IN ARRIVO!

PARACLIMB SOTTO ESAME A FINE GIUGNO

Il paraclimb vedrà probabilmente i cinque cerchi a Los Angeles 2028: il 26 giugno ci sarà la discussione definitiva.

LA28 è orgogliosa di proporre l’aggiunta del Paraclimbing al programma sportivo paralimpico e di essere il primo comitato organizzatore nella storia a proporre un nuovo sport per i Giochi Paralimpici” dice Janet Evans, Chief Athlete Officer di LA28. “Vorremmo ringraziare il Comitato Paralimpico Internazionale per averci dato l’opportunità di aggiungere questo entusiasmante sport nel 2028. Consideriamo questa un’opportunità unica per dare a più atleti la possibilità di competere sul palcoscenico più grande del mondo”.

Quando mancano ormai meno di cinquanta giorni ai giochi di Parigi 2024, edizione dove l’arrampicata si presenta per la seconda volta nella storia, la notizia del paraclimb arriva con il fragore di una bomba. A partire da Los Angeles 2028, il paraclimb sarà probabilmente inserito all’interno delle discipline paralimpiche: l’ultimo scoglio rimane la formalizzazione della decisione, che avverrà durante la riunione del consiglio di amministrazione dell’IPC il 26 giugno 2024. Nel caso, molto probabile, che il CDA approvi la proposta dello staff di LA28, i migliori paraclimber al mondo si sfideranno per contendersi le ambite medaglie dal 15 al 27 agosto 2028

Questa notizia ha una doppia valenza, perché non solo è la prima volta che l’arrampicata approda alle paralimpiadi, ma è anche la prima volta nella storia in cui il comitato organizzatore dell’evento propone l’aggiunta di una disciplina all’interno dei giochi. Come già accaduto per i giochi di Tokyo, anche per le Paralimpiadi gli step sono tre. Il primo è la proposta con la conseguente accettazione, il secondo è l’evento in sé ed il terzo, ultimo ma forse più importante, la conferma per l’edizione successiva (passaggio che garantisce a pieno titolo l’inclusione a tutti gli effetti nei giochi). Sebbene il passo sia su scala internazionale, questa grande notizia parla italiano a gran voce. Come ricordava Simone Salvagnin in un’intervista infatti, il movimento paraclimb ha una forte matrice italiana. Il Bel Paese è stato una delle prime nazioni ad interessarsi e a partecipare in larga scala alle competizioni internazionali, annoverando nelle sue file diversi plurimedagliati. Se tutto andrà per il meglio, LA28 sarà una grande occasione, a cui l’Italia si presenterà forte di un team in grande crescita. L’hype è alle stelle!

Fonte e cortesia foto FASI

Alessandro Palma

Condividi: