[VIDEO] Chuchi e gli highball di Hoyamoros

Un video ispirante che celebra la purezza del bouldering

25 settembre 2020
Uno dei più forti boulderisti spagnoli ci porta in un bellissimo viaggio, lanciando un forte messaggio per il recupero del senso più vero dell’arrampicata!

 
Dalle pagine di questo sito non ho mai avuto timore di ribadire come l’arrampicata stia evolvendo verso una preoccupante sterilità di idee e prospettive, dove le uniche precoccupazioni sono numeri, letterine, un + o una / o il mero elenco del numero di tentativi e sessioni.

Come redattori ci troviamo spesso costretti a fermarci anche noi qui, non perchè manchi l’esigenza e l’impegno a cercare ulteriori informazioni che vadano al di là di tali dettagli, ma perchè i climber stessi non hanno molto altro da comunicare oltre a questo (inclusi spesso anche arrampicatori di alto livello che con il loro seguito dovrebbero forse porsi il problema dell’influenza che possono avere nel presentare un certo modo di vivere e comunicare l’arrampicata…)!

Se poi passiamo ai video, siamo nella completa “pornografia arrampicatoria”: video identici in cui al di là del documentare la prestazione non si trasmette nient’altro o dove la principale preoccupazione sembra quella di fare la pubblicità all’ultimo modello di ventilatore (ormai strumento che sembra diventato una questione di vita o di morte) o quella di far sentire il proprio pezzo preferito, sparato a tutto volume dalle casse posizionate con cura alla base dei massi…

La consapevolezza del significato dell’arrampicata come una disciplina outdoor che va al di là della prestazione è ormai una perla rara.

Per fortuna, ci sono anche climber di riferimento che non hanno paura di esporsi facendo presente il proprio punto di vista e Jesus Munoz Vaquero è uno di questi!

Jesus, detto “Chuchi”, è uno dei boulderisti più forti di Spagna e uno dei prinicipali sviluppatori di Hoyamoros, nota e bella area in quota a ovest di Madrid, diventata da qualche anno una delle più valide location estive.

In questo video introspettivo e ricco di bellissimi scorci sul paesaggio e i massi, Chuchi ci porta sugli highball, talvolta altissimi, che possiamo trovare qui: nessun grado, nessun clamore, solo il piacere di arrampicare per se stessi e vivere le sensazioni che l’arrampicata ci sa dare, percependo la roccia e la magia della natura circostante.

Il commento stesso che Chuchi ha riportato su Instagram a tal proposito dice già tutto:

“Vivendo in un'epoca in cui numeri e lettere monopolizzano i titoli dei giornali e l'arrampicata è quasi esclusivamente legata alla competizione e al miglioramento personale, a volte ci dimentichiamo che l'arrampicata è anche scalare su massi o muri per il semplice fatto che ci piace farlo. Questo è esattamente ciò che questo video cerca di trasmettere sullo scalare massi, bellissimi massi, battezzati con nomi. Rocce in cui il grado è stato omesso per vederle come sono, rocce e non come numeri e lettere. La location: il magico Hoyamoros, un'area caratterizzata dal vasto numero dei cosiddetti highball o tsunami. I massi sono i protagonisti: "Rude Boy", "Shangri-La", "Pacheca", "Gora" e "Chörten"

 
Un video che è un piacere guardare e “percepire”, un inno alla bellezza dell’arrampicare su roccia per amarla e rispettarla... non semplicemente usarla!

 
Albertaccia

Versante sud  banneragg.

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875