Uno show nello show

La formula "Best Trick" di Marzi Nardi

19 febbraio 2016

Marzio Nardi è stato ed è tutt'ora uno dei maggiori promotori del boulder in Italia. Pur non essendo l'unico resti ben inteso, a lui si devono la pulizia di molte aree in giro per il Belpaese ma anche la promozione della disciplina grazie alle gare ed ai raduni (e qui se non è stato proprio il primo assoluto, poco ci manca...). E nel 2016 Marzio, tra una spazzolata e l'altra, trova ancora la voglia non solo di fare, disfare o organizzare ma, coerentemente con lo stile Nardi, proponendo qualcosa di nuovo. Prendi una manciata di fortissimi, falli tracciare e poi fai loro provare uno i blocchi dell'altro....cosa ne salta fuori? Ecco il Best Trick di Marzio Nardi...

"Il primo esperimento Best Trick (non  siamo in possesso di notizie in merito) avvenne nel 2009. Nell’ambito degli appuntamenti stagionali del Bside (Torino) volli sperimentare una formula di gara nuova che potesse garantire lo spettacolo. Memore di un passato da tracciatore, sapevo benissimo come la riuscita di una competizione fosse legata alla tracciatura, e di conseguenza al modo che gli atleti avevano di interpretare i passaggi oltre che al loro stato di forma. Perchè quindi non far tracciare i problemi direttamente agli atleti e farli confrontare sui blocchi ideati da loro stessi?

Nel Best Trick del 2009 furono riuniti al Bside il pluri campione del mondo Jerôme MejerAntonie Lamiche, all’epoca uno dei più forti boulderisti su roccia di tutto il mondo, Gabriele Moroni e non serve dire altro, Cody Roth un talentuoso e pirotecnico climber americano e Nicolò Ceria, all’epoca uno sconosciuto quindicenne ed ora star mondiale.

Lo show fu unico e spettacolare, ed ogni atleta mise in campo il meglio del proprio stile di arrampicata e di creatività. Vinse Jerôme Mejer,  polverizzando tutti i blocchi degli sfidanti e proponendo un blocco irripetuto. Dopo tanti anni da quel primo esperimento ho riproposto il Best Trick nella decima edizione del Finale for Nepal con il Rockslave Best Trick. 

All’inizio del 2016 la Boulder Factory di Genova ha organizzato una propria edizione rimarcando il successo finalese. A marzo 2016 Rockslave proporrà un tour di tre appuntamenti per diffondere questo nuovo show d’arrampicata. Il Best Trick tour prevede tre appuntamenti in altrettante palestre. In ogni palestra  sarà possibile partecipare ad un contest e ad assistere alla sfida tra 4 atleti di cui 2  del team Rockslave e due invitati dalla palestra ospitante.

Ogni Best Trick ha un montepremi cash di 200 euro per il primo classificato. In ogni tappa, verrà proiettato  “Basilicata stray rocks, il video sull’ultimo XP del team Rockslave  sulle torri d’arenaria della Basilicata.

In partneship con : Dockrock hardware e Marselo woodholds

  • 9 marzo  Reggio Emilia. Palestra A1

Alessandro Palma , Luca andreozzi (Team Rockslave) Mirco Lerose, Stefano Bettoli (Guest A1 Climbing)

  • 11 marzo Roma. Palestra Monkey Island

Luca Andreozzi, Alberto Gotta (Team Rockslave) Riccardo Piazza, Riccardo Caprasecca (Guest Monkey Island)

  • 31 marzo Verona. Palestra King rock

Alessandro Palma , Luca andreozzi (Team Rockslave) Alessandro Castellani e Luca Bertacco (Guest King Rock)

ROCKSLAVE BEST TRICK (fasi di gara)

- Preparazione blocchi

- Dimostrazione blocchi

- Sfida

REGOLAMENTO DEL ROCKSLAVE BEST TRICK

Gli atleti si possono guardare durante i tentativi ma non nella dimostrazione,  che avviene in apertura della competizione -Atleta che risolve il blocco flash (quindi al primo tentativo dal primo atleta che decide di partire) 4 punti -Primo atleta che risolve il blocco (in caso non ci sia la salita flash) 3 punti - Atleta che risolve il blocco 2 punti - blocco irrisolto 0 punti Anche la dimostrazione del blocco assegna un punteggio. Il blocco deve essere dimostrato al primo tentativo e assegna un punto al tracciatore. Qualora il tracciatore cadesse gli viene sottratto un punto. 

740x195 climbingpro

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875