Sei domande a Laura Rogora

Mini intervista alla giovane climber dopo il primo 9a femminile italiano

01 marzo 2016

Domenica 28 febbraio Laura Rogora, giovanissima climber romana, ha salito Grandi Gesti alla Grotta dell'Arenauta di Sperlonga, realizzando così il primo 9a femminile italiano. Oggi ci racconta la sua esperienza in una breve intervista.

Complimenti Laura! Così giovane e da 9a! Come ti sei svegliata la mattina dopo? Cos'avevi per la testa?

Sinceramente, quando è suonata la sveglia, ho pensato subito che avevo sonno e non mi andava di andare a scuola! La sera prima ero così euforica che non mi veniva sonno...solo dopo qualche minuto ci ho ripensato e ho realizzato.

Cosa si prova a vedere il proprio nome vicino a quello di scalatrici come Eiter, Shiraishi, Markovic, ecc. ?

Ho sempre guardato i loro video con grande ammirazione. Entrare a far parte con loro della ristretta cerchia di arrampicatrici da 9a è un onore.

C'è stato un momento particolare, mentre stavi lavorando il tiro, in cui hai realizzato che saresti riuscita a salire Grandi Gesti?

Durante la terza giornata di tentativi ho superato il boulder di Grandi Gesti e partendo da dove ero volata sono arrivata in catena. Allora ho capito che la potevo fare, era solo questione di tempo.

Dicci qualcosa sul tiro: sappiamo che, soprattutto nella parte alta, hai avuto qualche problema...

Si, la parte finale era l'unico passaggio che dopo i primi tentativi non avevo ancora risolto. Il metodo tradizionale era troppo morfologico, così ho dovuto trovare degli intermedi e alla fine sono riuscita a risolverlo, ma in continuità ci arrivavo stanca e ci sono caduta quattro volte prima di riuscire a farlo. Il blocco della via, il raccordo tra piccoli gesti e invidia, si è rivelato quello più congeniale a me: di tacche abbastanza vicine.

Perché proprio Grandi Gesti? E' un tiro che fa per te o una questione di comodità rispetto a casa?

È l'unica via di questo grado qua intorno. Poi è una via che mi ha sempre affascinato, un viaggio di 40 metri che attraversa il tetto della grotta passando per canne, tacche, buchi...

Quale può essere stata la tua "arma vincente" per salire il tiro?

Durante il tentativo buono sono riuscita a riposare bene prima dell'ultimo boulder, l'ho affrontato molto meno stanca e così sono riuscita a superarlo.

740x195 climbtokyo

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875