Laura Rogora: "La mia priorità ora è la qualifica per le Olimpiadi"

Impegni ed aspettative della forte atleta azzurra per il 2019

11 febbraio 2019

Se c’è una scalatrice che in questo momento rappresenta al meglio la Nazionale Italiana in ottica olimpica, quella è sicuramente Laura Rogora. Di lei abbiamo già ampiamente trattato ma ormai e tempo di rompere ogni indugio e buttarsi a capofitto nella preparazione per Tokyo 2020 ma senza scordare la roccia! Così, a qualche settimana da un altro 9a che la proietta come una delle più forti falesiste in circolazione, siamo riusciti a strapparle qualche minuto di tempo tra allenamenti, uscite e libri per farsi anticipare un po’ cosa le riserva questo 2019…

Iniziamo col discorso nazionale. Com’è andata a Trento al primo raduno della stagione?
Il raduno è andato bene. Rispetto agli anni scorsi l'organizzazione e stata sicuramente migliore: per due giorni abbiamo avuto la possibilità di allenarci su blocchi specifici su cui abbiamo più difficoltà aiutati dai tracciatori (Espamer e Larcher)

E’ cambiato qualcosa per voi atleti con l’arrivo di Crespi?
L'organizzazione e la programmazione dei raduni è migliorata, inoltre a inizio anno ha fatto un incontro con i nostri allenatori per capire le esigenze degli atleti.

Hai avuto modo di leggere il nostro articolo sugli accessi a Tokyo 2020? Cosa ne pensi??
Si l'ho letto. Noi del gruppo olimpico probabilmente faremo tutte le tappe di coppa del mondo e, soprattutto tra gli uomini questo impedirà agli specialisti di partecipare alle gare per cui si sono allenati. Tuttavia si tratta solo di un anno in cui la Federazione ha dovuto fare la scelta di concentrare tutte le sue risorse per una qualifica a Tokyo. L'importante è che gli atleti specialisti continuino ad allenarsi in modo tale da non far morire le specialità per i prossimi anni, anche se il fatto che non siano stati assolutamente informati della situazione sicuramente non li ha motivati

Che programma hai la Nazionale e tu in particolare quest’anno e quali sono gli obiettivi non solo di risultato ma anche di preparazione per il 2019?
Per la prossima stagione l'obiettivo primario della nazionale è la qualifica per le olimpiadi. Ovviamente questa è anche la mia priorità quindi l'allenamento sarà mirato alle gare di coppa del mondo e dovrò, almeno per questa stagione rinunciare un pò alla roccia.

A livello personale cosa ti aspetti da questa stagione? Che obiettivi hai?
Qualificarmi per le olimpiadi di Tokyo sarà veramente difficile. L'obiettivo sarà quindi allenarmi al meglio per riuscirci e sfruttare questa occasione per fare esperienza per un eventuale qualifica in futuro.

In falesia però stai spaccando! Raccontaci qualcosa su Escalamasters…
Grazie! E’ stata una prestazione abbastanza inaspettata, prima di partire volevo scalare a Oliana ma la nebbia me lo ha impedito. Avevo sentito parlare di questa via per cui ho deciso di andare a provarla. Mi ci sono trovata subito molto bene ma mi ci sono voluti un po' di giri per trovare la sequenza migliore. Al sesto giro ero inaspettatamente vicino a farla, ho fatto un piccolo errore e sono caduta appena prima dell’ultima ronchia di uscita. Dopo un girono di riposo soni tornata, ho fatto un giro per pulire e all'8° giro sono arrivata in catena.

Che criteri hai per provare un 9a?
Non ho un criterio, magari ne sento parlare, guardo qualche video e se mi piace la provo…

C’è il pensiero che la preparazione per le Olimpiadi possa ad un certo punti fermare l’arrampicata in falesia o sarà qualcosa che comunque porterai avanti?
Per questa stagione sarà molto difficile portare avanti sia la falesia che le gare: gli anni passati durante il periodo di preparazione invernale scalavo su roccia sia sabato che domenica, quest’anno dovendo aggiungere la Speed alla routine di allenamento ho dovuto ridurre le uscite in falesia.
Tra obiettivi agonistici e su roccia sarai sempre molto concentrata su preparazione e prestazione.

Come scarichi la tensione? Come “allontani” il pensiero dell’arrampicata per rilassarti?
Uso l'arrampicata su roccia come distrazione. Non allenandomi mai in maniera specifica per le vie in falesia la trovo abbastanza rilassante.

E lo studio come va??
Bene, sono all'ultimo anno di liceo scientifico. Quest’ anno la stagione inizierà molto presto per cui dovrò fare molte assenze ma spero di starci dietro :D

Intervista Stefano Michelin

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875