Come sta cambiando il mondo outdoor: l'esempio della "vacanza esperienziale"

Nuova iniziativa per valorizzare ulteriormente il turismo in Trentino

21 marzo 2018

Garda Trentino e operatori uniti per un “parco emozioni organizzato”. La “vacanza esperienziale” è l’obbiettivo condiviso da tutti gli operatori e le categorie economiche nell’interessante incontro in cui Garda Trentino ha delineato le strategie per la nuova stagione che sta per iniziare.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa informativa sull'ennesima iniziativa posta a valorizzare anche attraverso l'outdoor una zona che ha la fortuna di avere un territorio che ben soddisfa le esigenze degli appassionati di arrampicata e non solo. Non si vuole né fare la classifica dei buoni e dei cattivi ma semplicemente portare alla luce come possono essere condotte le cose. Se da una parte, quest’ anno si è riusciti ad affossare il Melloblocco, con pace degli esercenti che solo grazie a questo evento potevano tirare una boccata di ossigeno in una valle, dall’altro questa è l’ennesima conferma che l’outdoor, di cui l’arrampicata fa parte ma non è l’unica protagonista, può essere un traino per il turismo (e non è certo una scoperta) a costo relativamente contenuto (non si deve costruire uno stadio…). Insomma, al di là delle invidie e delle prese di posizioni personali, la speranza come sempre e che esempi come questo possano aprire un po’ gli occhi.

Un sole beneaugurante ha accolto gli operatori di tutti i settori turistici il 20 marzo alla Spiaggia degli Olivi a Riva del Garda, vicinissima ad Arco di Trento, divenuto paese adottico del nostro campione Stefano Ghisolfi e che vede assai spesso ospite Adam Ondra, per un importante momento “istituzionale” che anticipa la simbolica apertura della stagione turistica. Il tradizionale appuntamento, caratterizzato da una folta partecipazione, ha offerto un panorama esaustivo delle strategie scelte dal Garda Trentino per moltiplicare il proprio appeal, puntando forte su servizi e tecnologia. Gli stessi argomenti trattati (identità territoriale, social media, motori di ricerca, monitoraggio della clientela, marketplace, realtà virtuale) denotano l’estrema diversificazione degli strumenti e dei progetti che questo territorio ha adottato per essere ancora più all’avanguardia e all’altezza delle aspettative del visitatore.

Marco Benedetti (Presidente Garda Trentino Spa): “Quale sia il peso del turismo sull’economia di un territorio è ben evidente, la partecipazione diretta è lo strumento che ci rende forti anche nei confronti di una politica che può e deve farsi portatrice delle nostre istanze”.

Il rapporto tra Garda Trentino Spa e il territorio è sempre più solido e produce ottimi risultati, a conferma che l’obbiettivo di “fare sistema” adottato da diversi anni è il modello giusto per sviluppare sinergie e lavoro coordinato allo scopo di accrescere la competitività sul mercato turistico, con la finalità di rendere il Garda Trentino maggiormente attrattivo nei confronti di una clientela internazionale qualificata.

Roberta Maraschin (Direttrice Garda Trentino Spa): “L’ulteriore crescita del prodotto turistico del Garda Trentino dipende da come gli operatori sapranno aiutarci e sostenerci nell’intercettare le esigenze dell’ospite allo scopo di potergli offrire sempre più opportunità ed emozioni”.

In estrema sintesi, dall’incontro emerge una nuova sfida a tutto campo: lavorare insieme per costruire un vero e proprio “parco emozioni organizzato”, perché il soggiorno degli ospiti, italiani e stranieri, sia sempre più vicino a un modello elevato di vacanza esperienziale. Al riguardo Garda Trentino ha illustrato agli operatori tutti i servizi studiati come supporto all’operatività e funzionali ad accrescere il valore aggiunto della vacanza di ogni turista, da chi ama la vita attiva a chi pratica sport, da chi predilige le opportunità culturali a chi sceglie il relax, il fascino del gusto o il contatto con la natura, per tutte le età, dagli adulti ai bambini, in ogni periodo dell’anno.

Elisa Ressegotti (Presidente Asat): “La strada che abbiamo intrapreso attraverso la collaborazione e il dialogo di tutti i settori e di tutte le categorie ci sta portando risultati tangibili. Impegnarsi insieme significa lavorare per il benessere diffuso del nostro territorio”.

Salire un ulteriore gradino nella scala della qualità dipende dalla forza e dall’esperienza degli operatori, che sono il collegamento più diretto per comunicare all’ospite opportunità, attrazioni, servizi e per condurlo nel cuore della vacanza esperienziale. Durante l’incontro sono stati illustrati, oltre a quelli già collaudati da tempo, nuovi strumenti e servizi per “fare ancora meglio” e garantire al visitatore una vacanza da assoluto protagonista: emozionante, gustosa, elettrizzante.

Claudio Miorelli (Presidente Confcommercio Alto Garda e Ledro): “Il coinvolgimento di tutte le categorie nelle strategie del territorio è una scelta lungimirante che porta beneficio a tutte le realtà economiche. Nel frattempo dobbiamo batterci perché anche le infrastrutture migliorino, e mi auguro che il ritardo con il quale si sta sviluppando il progetto della ciclabile del Garda possa essere presto recuperato”.

Guide della zona

ARCO FALESIE
113 Proposte – Arco, Valle del Sarca, Valle dei Laghi, Trento, Rovereto, Valli Giudicarie, Val di Non.
Mario Manica, Davide Negretti, Antonella Cicogna

ARCO PARETI
Vie classiche moderne e sportive in Valle del Sarca.
Diego Filippi

 

Banner c upclimbing 6

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875