Daila Ojeda sale American Hustle, 8c ad Oliana

Forza e motivazione ancora al top per la forte spagnola

10 marzo 2020
Daila Ojeda è tornata al suo massimo grado salendo American Hustle ad Oliana e, dopo alcuni anni, approda nuovamente all’8c.

Torna a far parlare di sé Daila Ojeda, 38 anni, con una prestazione che, seppur lontano da quello che ormai hanno raggiunto quasi esclusivamente le scalatrici di Coppa del Mondo in falesia, dimostra come anche dopo anni la voglia di scalare sui gradi duri e portarsi a casa bei progetti fungano da stimolo per perseguire i propri obiettivi.

Ad Oliana infatti, Daila è “tornata” all’8c arrivando in catena di American Hostel, tiro al Contrafort de Rumbau che rappresentava il suo progetto invernale.

“Sono super felice per aver chiuso questo progetto che è in un certo senso, un ciclo che si chiude. Non scalavo qui da 2013.

Arrampicare ancora ad Oliana, lavorando una via dura con gli amici e le persone che amo, mi ha regalato sensazioni incredibili portandomi anche qualcosa di inaspettato. Che meraviglia! Grazie a Dan Forgeng, che ha chiuso il tiro il giorno prima, e Jorge Díaz-Rullo che salendo Joe Mama mi ha ispirato moltissimo."

Nel 2010, Daila approdò all’8c risolvendo Fish Eye, proprio ad Oliana, diventando la prima donna a salire questo tiro e la quarta spagnola in assoluto. In seguito, chiuse tra le altre cose anche Aitzol a Margalef e Mind Controll, sempre ad Oliana.

Chiodata e liberata da Sam Elias nel 2014, American Hustle ha visto varie salite tra le quali quella on sight di Adam Ondra nel 2017 e la prima femminile di Sasha DiGiulian nel 2018.

news woguclimbing.com

Banner c upclimbing 7

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875