Margo Hayes e Janja Garnbret vincono gli Arco Rock Legends 2017

Stand innovation per Mike Kosterliz alla Casinò di Arco

25 agosto 2017

Margo Hayes per il Wild Country Rock Award e Janja Garnbret per il La Sportiva Competition Award sono le due vincitrici dell’edizione 2017 degli Arco Rock Legends, i prestigiosi premi messi in palio e selezionati dal una giuria composta dalle più rinomate testate giornalistiche di settore. In una sala gremita all’inverosimile al Casinò di Arco, la slovena e l’americana sono state incoronate per i loro risultati rispettivamente in gara e su roccia.

Strabiliante la stagione passata della Garnbret che ha vinto praticamente tutto, sia in campo giovanile e senior, Campionessa del Mondo Lead, vincitrice della Coppa del Mondo Lead, Vincitrice della Combinata della Coppa del Mondo, Campionessa del Mondo Youth A Lead e Boulder e vincitrice Rock Master. Impossibile su questo pianeta fare di meglio. Dopo anni di stallo invece, Margo è riuscita a portare in campo femminile il 9a+ di un tiro universalmente riconosciuto come tale chiudendo La Rambla e diventato per tutti un riferimento. Dopo Josune Bereziartu infatti, che fu la prima a salire un 9a/+, alcune altre donne sono andate vicino alla sua prestazione, alcune eguagliandola addirittura ma nessuna aveva ancora salito un 9a+ “pieno”, missione riuscita invece alla piccola Hayes. Con lei, visibilmente commossa, sul palco anche Adam Ondra, ormai da ritenersi un veterano degli Arco Rock Legends e Stefano Ghisolfi, per la prima volta sul palco del Casinò.

A fianco di Janja invece, già lo scorso anno tra le nominate, anche l’inglese Shauna Coxsey e Domen Skofic, entrambi stupiti dell’accoglienza che gli ha riservato il pubblico e per le nomination stesse. Ovazione da “tutti in piedi” naturalmente per il Nobel Mike Kosterliz, innovatore e sviluppatore dell’arrampicata libera ormai quasi mezzo secolo fa e vincitore del più prestigioso riconoscimento che può ricevere un uomo di scienza, il premio Nobel. Ad Arco è stato insignito anche del titolo di Climbing Ambassador by Dryarn® di Aquafil, un riconoscimento che non ha mancato di stupire questo scalatore che rappresenta un tassello fondamentale per lo sviluppo di questo sport. “All’Università dove lavoro non sanno che sono qui, sanno che andavo ogni tanto in montagna” ha detto tra le risate del pubblico, “come si è sviluppata l’arrampicata è incredibile, sono davvero stupito”. Kosterliz vive ora lontano dalle pareti per una patologia cerebrale che non gli rende più possibile scalare ma “i ricordi che ho resteranno per sempre”.


Interessante e particolare l’accompagnamento musicale live de La Bottega Baltazar, quartetto elettro-acustico che si dedica allo sviluppo di nuove forme della musica folk, con Debora Petrina, artista poliedrica apprezzata tra gli altri anche da David Byrne.

Tcpro 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875