Anak Verhoeven riscrive la storia del Belgio

Salito da una donna il primo 9a in Belgio

04 giugno 2020
Anak Verhoeven sale il primo 9a in terra belga e omaggia una scalatrice prematuramente scomparsa.

Nel primo giorno dopo l'allentamento del lockdown, Anak è riuscita a salire un 8c firmato da Simon Lorenzi, corto e intenso. Per chi non conoscesse Anak, è una delle donne più forti al mondo, una delle poche capaci di opporsi al dominio di Janja Garnbret in Coppa del Mondo Lead.

Commentando il tiro, Anak ha confermato che i movimenti sono molto duri rispetto ad un 8c classico. I due hanno ingaggiato una battaglia all'ultima presa per liberare poi l'estensione di questo itinerario. Il post che ha poi rilasciato qualche giorno dopo sui suoi canali social è stato chiaro: ho salito il progetto.

Insomma, quello che potrebbe essere il primo 9a del Belgio è stato appena salito, per di più da una signorina!

Ho passato il crux della prima parte come qualche giorno fa, che sollievo!  – Commenta Anak – Qualche presa migliore mi ha condotto al duro della seconda parte della via. Ho risolto anche quello! Rimaneva un ultimo movimento aleatorio ad attendermi. Ho lanciato al buco ma l'ho mancato. No! Non volevo ingaggiare un'altra battaglia contro la via, ma quando ho iniziato a scalare, la tensione si è allentata e mi sono goduta il viaggio. Ho risolto il primo crux, poi il secondo ed anche il salto! Qualche presa dopo, stavo passando la corda in catena! Wow, che privilegio riuscire nella FA! Ero già grata di poter scalare fuori dopo il lockdown, ma questo?!

Prendendosi del tempo per pensare a un nome adatto a una salita così importante, ha dato prova ancora una volta di essere una grande persona oltre che una grande atleta. A bocce ferme, ha poi chiamato il tiro Kraftio, che suona molto simile a Graftiaux, il cognome di una grandissima arrampicatrice scomparsa prematuramente qualche tempo fa.

Ho trovato il nome per la via: Kraftio – continua Anak – Se lo leggi, suona come Graftiaux. Chloè era una scalatrice belga che ci ha lasciati sulle montagne quasi dieci anni fa. Venne a mancare all'età di 23 anni, l'età che ho io adesso. Il nome della via è un omaggio per lei”.

Storia, grado, emozioni, un mix perfetto che rende la vicenda di Kraftio una delle storie più belle del mondo verticale.

Txguide 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875