Destino incerto a Ferentillo.

Nel buio i progetti di riqualificazione della parete artificiale.

14 giugno 2020
Dal titolo, tutto lascerebbe supporre che destino incerto sia il nome di un nuovo tiro duro nella celebre falesia di Ferentillo.

In realtà, con destino incerto, vogliamo portare alla luce un fatto che riguarda la parete artificiale costruita a Ferentillo. Andata in disuso per via di alcune infiltrazioni, era stata oggetto nel 2012 di un concorso per essere riqualificata. L'associazione InterValli, insieme ad alcuni docenti di architettura del polo universitario di Roma, avevano creato ed indetto un bando per dare nuova vita alla struttura. I progetti sono arrivati da tutta Italia e sono stati condivisi con gli enti locali, andando addirittura a premiare la proposta vincitrice in piazza con il patrocinio del Comune.
Recentemente, l'associazione è venuta a conoscenza del fatto che le amministrazioni locali hanno approvato un progetto che è molto lontano dallo spirito delle iniziative promosse otto anni fa. La politica si dimostra lontana da quelli che effettivamente sono gli intenti dell'associazione InterValli e da quelle delle altre realtà presenti sul territorio. Senza troppa chiarezza sul come l'area verrà riqualificata, pare che la parete d'arrampicata verrà smantellata, nonostante le numerose proposte che la vedevano al centro di un più ampio progetto legato alla celebre falesia naturale. La politica locale si è dimostrata sorda a quello che è il volere delle associazioni locali, che però non smettono di tirare fuori idee innovative e moderne con l'arrampicata come protagonista.
“Il concetto è comunque quello che l'ente ha deciso di rimuovere una funzione, non tanto un oggetto edilizio dalle caratteristiche architettoniche oggettivamente difficili da digerire, ma il suo contenuto senza però riproporre una struttura quantomeno di pari grado. Quello che ci dispiace è questa incapacità di percepire il climbing come volano e caratterizzazione perevalente per il turismo outdoor, che potrebbe essere una risorsa rilevante. In definitiva un progetto di riqualificazione c'è, ma è veramente poco ambizioso.” Simone Scaccetti, presidente dell'associazione.
Tutti i progetti sono visionabili tramite richiesta all'associazione InterValli, inviando una email all' indirizzo: [email protected]

Banner c 14

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875