Il grado secondo Megos

Impressionante ticklist per Alex Megos

21 settembre 2020
Nell'ultimo periodo, Alex Megos ha salito un bel po' di linee dure, diverse con odore di 9a.

Già da un po', Underground (storico 9a a Massone) si era assestato su 8c+/9a. La via si compone di un boulder difficile all'inizio e poi continua con della resistenza in forte strapiombo. Sotto la guida di Cesar Grosso, che ha pulito e dimostrato la via al Tedesco, Megos ha sparato il colpo flash. Un po' di tentennamenti sul boulder e poi via liscio fino in catena. Dicki Korb, il suo allenatore, gli faceva sicura ed ha detto che ogni movimento sembrava super controllato. Megos stesso ha dichiarato che dopo il boulder d'ingresso, si è goduto la salita della via con meno tensione. Vista la "facilità" con cui si è aggiudicato la sua ripetizione, Megos ha proposto un ulteriore downgrade a 8c+. Secondo lui infatti il tiro sarebbe più facile di 9a sicuramente, ma tanto da meritare l'8c+ e nulla oltre, precisando che è difficile dare un grado quando scali una linea solo una volta! 

La vicenda di Underground però getta un po' di ombra su una ticklist di tutto rispetto con diversi tiri tra l'8 e il 9. Concentriamoci però sull'aspetto più interessante e delicato: il "cambio di grado". 


Hades, solido 9a, ha richiesto due tentativi ad Alex, che propone l'8c+;

Fonax (8c+) ha chiesto più impegno e più tentativi, tanti da far proporre a Megos l'8c+/9a?

Lichtjahre (8c+ scavato) passerebbe ad 8c+/9a, tenendo conto di un appoggio che si è rotto e tenendo conto che questa è una ripetizione fatta stando gli scavi;

Claudio Caffè, superfamoso 8c+ nel territorio Trentino, sembrerebbe più 8c, avendo richiesto a Megos solamente sue tentativi; 

Anche Pure Dreaming, il 9a più famoso ad di Arco dopo Underground, ha richiesto solo due tentativi. Per questo solito 9a, Megos proporrebbe l'8c+/9a, precisando di aver salito la via utilizzando il kneepad.


Come anche Ondra ha fatto poco tempo addietro, Alex ha precisato che il grado è un fattore estremamente personale. Inoltre, i materiali e le tecnologie del 2020 sono decisamente più accomodanti rispetto a vent'anni fa. L'utilizzo del kneepad (protezione per il ginocchio che consente di avere molto grip ed usare la gamba come vero e proprio arto per aiutarsi bella progressione) è sdoganato, è una parola che sta sulle bocche di tutti ed è l'argomento preferito delle chiacchiere da bar. Senza alcun dubbio è uno strumento che aiuta, tanto che diversi climbers hanno proposto assestamenti di grado precisando l'utilizzo della ginocchiera,ma non è il solo. Le magnesiti, i prodotti per la cura della pelle… Gli aiuti sono molteplici, ma la sostanza rimane una: bisogna allenarsi!

Fonte 8a.nu

AP

Zenit 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875