Iran: arrampicata vietata alle donne

Assurda limitazione delle autorità

16 aprile 2021
Le autorità iraniane hanno vietato la scalata outdoor alle donne.

Siamo nel 2021, la parità dei sessi è ormai un argomento snocciolato per la maggior parte di noi, soprattutto in ambito sportivo. Nelle competizioni internazionali si vedono spesso donne mazzuolare i maschietti nei tecnicismi della scalata, giocarsela ad armi pari su roccia ed avere una sensibilità maggiore su tematiche ambientali e sociali. Ma basta fare un salto in Iran per cambiare idea… 

Un articolo comparso su explorersweb parla chiaro: l’Iran vieta l’arrampicata outdoor al genere femminile. In una intervista del 2016 a UKClimbing, Shirin Shabestari (una istruttrice di scalata iraniana) disse: “Quando ero ragazza, giù in città ero trattata diversamente.Quando andavo in montagna con mio papa mi sentivo allo stesso suo piano. La montagna ha sempre offerto un mondo diverso. Un mondo dove andava bene non coprirsi con la sciarpa e lasciare che il vento magicamente soffiasse tra i capelli.” Questo mondo alternativo basato sulla parità e disegnato da Shirin sembra non poter più esistere, nonostante la scalata sia uno degli sport più popolari tra le donne in Iran.

Nella zona di Isfahan ci sono una quarantina di tiri, scalati abitualmente da uomini e donne. Durante una giornata, alcuni fondamentalisti islamici hanno interrotto le attività, sfociando in un feroce litigio. Dopo a questo attacco, la Isfahan Mountaineering Board ha condannato l’attacco, fornendo assistenza legale alle vittime. L’Imam della moschea di Dorche invece ha appoggiato l’attacco degli estremisti, definendo il supporto della Isfahan non appropriato alla cultura islamica, additando le donne presenti come intruse. In seguito a questo, Mehdi Nasr Esfahani (capo della Isfahan Mountaineering Board) ha risposto bandendo le donne dalla pratica della scalata outdoor fino alla risoluzione del conflitto istituzionale. Ha poi proposto all’Imam, oltre ad un colloquio, di chiodare una falesia dove solo dedicata solo alle donne, per consentire l’attività in ambiente naturale.

La falesia si trova vicino ad un sito di pellegrinaggio, dove una moltitudine di fedeli si recano puntualmente in visita. La visione delle scalatrici ha sempre generato ingiurie ed insulti da parte dei fedeli, ma gli ultimi fatti sono alla follia. Le climber locali sono shockate e, indipendentemente dal divieto, non si sentono sicure. 

Benvenuti nel 2021...

Fonte  explorersweb

AP

 

Up climbing hemp banner

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875