Pietro Biagini, un post mondiale coi fiocchi

Dal dopo-Arco alla salita di "Noi"

15 dicembre 2015

Dopo un’avventura mondiale culminata con uno stupendo terzo posto ad Arco, Pietro Biagini è riuscito a dedicare un po’ di tempo ai progetti su roccia e ha portare a casa più di un tiro da curriculum. Pietro è giovane, molto giovane, e quindi può scalare in falesia ancora solo nei ritagli di tempo dalla scuola e spesso accompagnato dai genitori; appena lui e gli altri giovani della nazionale diventeranno autonomi anche negli spostamenti, chissà cosa daranno all’arrampicata azzurra!

A fine settembre Pietro aveva risolto Cucco in Alto a Finale Ligure, nuovo 8b boulderoso con due bei problemi seguiti da altrettanti riposi ed una bella placca tecnica in perfetto stile finale.
Nel mese dopo, spicca la ripetizione di Manco il Vigio, 8c a Candalla Alta e la dura Il Genio, 8b a Candalla Bassa. Spostatosi a Camaiore ha risolto anche Obi Wan Kenobi, 8b+, e ritornato a Finale, a Novembre ha ripetuto anche Nazgul, ancora di 8b+, e Moss Kiitos, 8b. L’ultima performance è invece di pochi giorni fa sulla storica Noi ad Andonno, un 8b+ old style che pochi giorni fa fu anche obiettivo di un’altra giovanissima della nazionale, Giorgia Tesio.
In mezzo tanti 8a e 8a+,a  vista o al secondo giro. 

Solo corda? Ovviamente no. Un buon scalatore e anche un buon boulderista ed infatti a metà Novembre pensa bene di portarsi a casa anche Alphacentaury, 8a di Varazze, ma è nel periodo estivo, tra luglio ed agosto, che ha messo a segno un filotto di 7c e 7c+ impressionante tra Magic Wood e la Val Gesso passando per altri due 8a, Rampage ancora a Varazze e From Darkness to Sunshine in Svizzera.

Questa nuova generazione di scalatori è già certezza, Pietro ed i suoi compagni di squadra saranno ancora sicuramente protagonisti, sia in gara che su roccia, ancora per qualche anno. Poi, se non cambia qualcosa, arriverà quel bivio di fronte al quale si sono trovati molti dei nostri talenti azzurri che hanno poi cambiato strada dedicandosi a tempo pieno all’outdoor. Ma questo è un futuro molto lontano, godiamoci per ora questi bellissimi risultati e attendiamo la prossima gara!

Pietro ringrazia la società Kadoincatena, la palestra Sciorba e gli sponsor Climbing Technology, Wild Climb e Rock Slave per il supporto fornito.  

740x195 climbtokyo

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875