SCARPA: Drago LV

La versione low volume della celebre Drago

01 agosto 2021
Arriva la Drago Low Volume nella collezione SCARPA.

L'interpretazione dei volumi interni di una calzatura approda anche nella linea climbing. Drago LV, ovvero “Drago Low Volume” è l'ultima nata della collezione più performante di SCARPA. Dopo essersi consacrata una top seller, la Drago viene affiancato da un modello alternativo, perciò non si tratta di un upgrade del modello color giallo-rosso, ma si tratta di un prodotto con un'identità ben precisa. Da anni vediamo nelle collezioni riguardanti gli scarponi da sci e da sci alpinismo una gran varietà di modelli, caratterizzati proprio dalla dimensione dei volumi interni. Sfatiamo subito un mito: non sono semplici scarpette con una pianta più stretta. Il volume è un prodotto di molteplici fattori (altezza, larghezza, lunghezza) ed è proprio questo che va diminuito. Per capirci, un ipotetico 3x2x2 da un prodotto uguale a 4x3x1 pur avendo fattori diversi. Proprio questi fattori, variati dopo un attento studio e limati nei punti più critici come il tallone, sono la chiave di lettura della nuova arma by SCARPA. La Drago LV è una scarpetta che va a collocarsi nella linea destinata al climber di alto livello che ricerca sensibilità e morbidezza. 

La sua costruzione si distacca da quella che è la classica scarpetta, dove il piede appoggia su di una superficie piatta e rigida. Con le tecnologie SRT e PCB, SCARPA crea dei modelli che si tensionano nel momento in cui vengono calzati, ovvero il piede diventa un tutt'uno con la calzatura. La questione volume diventa perciò fondamentale. Con Drago LV, i climbers con un piede più fine avranno il massimo delle performances per quanto riguarda la calzata. Disponibile in tutte le taglie, Drago LV rappresenta un salto nel futuro per quanto riguarda l'attenzione di SCARPA nell'interpretare il vasto pubblico di arrampicatori.


La prima sensazione mentre si va a calzare la Drago LV è: la scarpetta c'è! Da che le “gatos” son “gatos”, chi ha un piede molto fine, devo scendere molto con il numero delle scarpette. Andando a prendere un numero eccessivamente piccolo, la scarpa va a lavorare fuori dal suo range di studio e sviluppo, sprecando le proprie performances. Potendo cambiare il numero eccessivamente stretto in favore di uno matematicamente più lungo, il comfort sicuramente aumenta, così come aumenta la capacità di lavoro del piede all'interno della scarpa. La pressione sul tendine d'Achille, complice anche la nuova costruzione, è radicalmente diminuita. Perdendo del volume, la Drago LV risulta una scarpetta precisa ed affilata, adatta anche agli appoggi più esigenti. La nuova costruzione del tallone avvolge bene e consente un aggancio sensibile e sicuro, mentre in fase di appoggio la Drago LV risulta molto performante sullo spalmo, senza sacrificare troppo la precisione sui piccoli appoggi. L’abbondanza di gomma in ogni angolo della scarpa contribuisce a rendere la LV un’ottima calzatura nell’uso ad incastro, con un grande grip ed una buona facilità nel deformarsi durante le torsioni. Come taglia consigliamo di scendere di massimo due taglie (nel test 41 sneaker, 39 scarpetta), mentre secondo Heinz Mariacher, il main chef dietro al piatto, un numero e mezzo in meno è sufficiente. Nonostante la perdita di volumi, la stessa taglia non risulta comunque eccessivamente scomoda. In breve, la LV è un modello che affianca la sorella Drago, coinvolgendo nuovi arrampicatori e costituendo un modello a sé. 


DATI TECNICI

Tomaia e fodera: pelle e sintetico

Suola: Vibram XsGrip 3.5mm

Intersuola: Flexan 1.0mm

Peso: 200gr

Taglie:35-45 (più mezze)


Tester Alessandro Palma, credits photos Davide Bandelli

AP

 

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875