Intervista a Silvio Reffo

5 domande dopo la salita di Goldrake

19 maggio 2016

Due giorni fa, Silvio Reffo ha realizzato la quarta ripetizione di Goldrake, 9a+ a Cornalba liberato da Adam Ondra. Ecco qualche riflessione di Silvio subito dopo questa ennesina grande realizzazione.

Illustre chiodatore, primo salitore di pregio, un posto che è "il tempio" ed un grado per elettissimi. C'è un aspetto di Goldrake che ti ha attirato più degli altri?

Goldake una via chiodata dal Camos. Avventuriero, arrampicatore ma soprattutto lungimirante chiodatore. Un pezzo di roccia che poteva essere sfruttato e "adattato" allo standard del tempo, e invece lasciato lì come testimone per le generazioni successive. Quindi vedo in questa via una grande passione per l'arrampicata. Ho sempre visto Cornalba con un certo timore reverenziale, un luogo dove anche i gradi più facili nascondono grandi sorprese. Quindi questo mix di storia, difficoltà mi hanno portato a provare Goldrake.

Forza, resistenza o tecnica. Si cosa si deve essere più preparati per questo tiro per te?

La via è abbastanza corta e compressa, su una scalata in leggero strapiombo e forza di dita. Il chiave della via si trova a metà dove la forza di dita si deve adattare a equilibri del corpo abbastanza precari. Quindi sicuramente su questo itinerario vengono esaltati la forza e la tecnica.

Rispetto alla tua The Ring of Life che confronti puoi fare con questi due tiri?

Sono passati già due anni dalla mia libera su the ring of life, quindi forse il confronto in termini di difficoltà può essere abbastanza distorto. Il mio livello anche se lentamente, è continuato ad incrementare. Per prudenza avevo gradato quella via 9a/a+ non avendo altri riferimenti. Oggi dopo la salita di Goldrake e avendo provato altre vie di 9a+, anche The Ring of Life forse meriterebbe il grado pieno. Ai ripetitori l'ardua sentenza. In termini di stile sono due vie totalmente diverse. The ring of life è in forte strapiombo, con il duro della via proprio nei primi 6 spit e poi una cavalcata di resistenza fino in catena, goldrake invece ha una prima parte di forza resistenza, poi il crux della via e poi una placca da gestire ma non particolarmente difficile. Tecnicamente è più impegnativa Goldrake, fisicamente The Ring of Life.

Hai provato anche altro a Cornalba? Cosa mi dici in generale del posto?

Prima di provare Goldrake, sono stato a Cornalba due mezze giornate negli anni precedenti, però non avevo provato nulla in particolare. Ero rimasto colpito dalla difficoltà degli itinerari provati (forse complice anche la stagione sbagliata) ed è da quelle due occasioni che mi è nato quel timore reverenziale.

Che farai nei prossimi mesi? Hai qualche programma?

Prossimi mesi...purtroppo non amo molto la stagione estiva per scalare, troppo caldo!! quindi mi dedicherò a scalare su itinerari più facili, magari un po' in montagna e soprattutto mi allenerò per l'autunno. Intanto però finchè non esploderà il caldo ho ancora qualche progetto in sospeso. Poi non si sa mai.

Stefano Michelin

 

Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875