I superprogetti di Ghisolfi e Marin

Stefano alle prese con un tiro pazzesco ad Arco ed Edu su un via elettrizzante in Spagna

04 ottobre 2019
Lavori in corso su progetti che sulla carta hanno tutti i requisiti per rivelarsi davvero super per il nostro campione Stefano Ghisolfi e per l’asso spagnolo Edu Marin, il primo in falesia ed il secondo in via.

Stefano infatti ha rimesso mano a un tiro che aveva provato tempo fa con Adam e poi sospeso perché “non poteva essere un progetto a beve termine”! Detto da loro, una cosa del genere fa tremare i polsi…

Di cosa si tratta? Siamo nella falesia di Laghel dove, prima Adam nel 2017 e poi Stefano ad inizio anno, avevano salito Queen Line, via che hanno gradato 9b. Da fine del tiro però, parte un tratto di 15 metri che rappresenta il crux (esatto, la parte dura è DOPO un 9b!) di una nuova lunghezza che è da liberare. Ecco rivelati alcuni dettagli di King Line, via che Stefano dice essere “la più bella e dura dell’intera parete, che passa esattamente in centro".

Cosa possa venirne fuori è pazzesco. Per ora Ghisolfi è ancora alle prese con una sequenza che non vuole cedere, poi si tratterà di concatenare il tutto. Quanto potrebbe essere duro tutto ciò? Impossibile dirlo a priori, ma su una cosa Stefano è certo:”King Line farà sembrare Perfecto Mundo (9b+ salito da Stefano), una passeggiata al parco”. Aiuto!

Ghisolfi ha ovviamente allargato l’invito a provarla anche agli amici Alex Megos e allo stesso Adam Ondra, vedremo chi tra i tre avrà la meglio. Certo già solo vederli scalare insieme su questa bestia sarebbe uno spettacolo.

Bestiale è anche il nuovo progetto di Edu Marin che non lontano da casa, a Monteserrat, ha annunciato che tenterà la prima salita in libera di Rainbow, via sul Plàtan de Diables aperta da Armand Ballart e German Folch nel 1979. La via è oggi gradata 6a/A2 ed è lunga circa 300 metri, ma i tratti da liberare sono tutt’altro che di facile approccio. Armand e German infatti avevano usato per la loro salita anche alcuni elementi per la protezione comprati in un normale negozio di ferramenta, non proprio il massimo per farci voli sopra, anche di dieci metri.

Edu, sentito il parere degli apritori e del parco, si è dato da fare per sistemare la via per la salita in libera, senza rischiare una libera pericolosa ma il tutto nella rigida etica di Montserrat. “Le difficoltà, dopo il primo tiro 6b, sono di 8b o 8b+ per il secondo mentre per il terzo, anche se non posso confermare per ora, dovrebbe essere intorno all’8c o 8c+. Il quarto è di 8a+ mentre il quinto potrebbe essere 8b.” Cardioplama!

news stefano fb page/woguclimbing.com

Ita upclimbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875