Una giovane d’altri tempi: Martina Demmel

A tu per tu con la giovane scalatrice

16 gennaio 2021

Intervista a Martina Demmel, diciannovenne tedesca con più di duecento vie sopra l’8a salite nel 2020.

Avevamo già parlato di lei in precedenza, narrando le sue gesta in Frankenjura. Nel 2020 ha salito un numero impressionante di vie dure, più di duecento sopra il grado 8a, con un gran numero di tiri a vista. Per non farsi mancare nulla, al suo debutto in una IFSC Lead World Cup ha raggiunto la semifinale. Piccolo dettaglio, scala pochissimo indoor, proprio solo se piove ed è tutto marcio. 


Chi è Martina Demmel?

Martina Demmel sono io, una scalatrice appassionata di sci e montagna, di 19 anni dal sud della Germania. Ho iniziato con le gare di sci da quando ho iniziato a camminare e sono sempre stata molto in montagna con i miei genitori. Quando ho compiuto 16 anni un amico mi ha portato nella palestra di arrampicata della nostra città e ho avuto il mio primo contatto con la scalata. Mi sono subito innamorata di questo mix di forza eleganza e forza mentale, come anche del processo di mettere su un progetto da provare. La passione per i viaggi con gli amici e la scoperta di nuovi paesaggi e culture si è combinata perfettamente con l'arrampicata su roccia. Non mi sono mai troppo appassionata la scalata indoor quindi scalo praticamente solo fuori per tutto l'anno. Ho finito scuola l'anno scorso e mi sto prendendo un anno (o forse due) sabbatico prima di iniziare la scuola di fisioterapia. Stare con gli amici guardare serie TV e dedicarmi all'arte sono le mie attività preferite.


Il tuo score del 2020 è incredibile. Avevi un'idea di arrivare a X tiri di grado 8 o volevi solo scalare a più non posso?

Il mio obiettivo non è mai stato di scalare un certo numero di vie su un certo grado. Mia passione semplicemente scalare su molte vie diverse e e scoprire nuove aree con grandi classici o kinglines, non importa quanto difficili di per sé. questo è il motivo principale per cui mi piace scalare su tutte le vie che l'area ha da offrire e non solo dedicare le mie energie su un progetto più duro.


Hai portato a termine un sacco di salite a vista, il che non è molto comune nei climber così giovani. Hai qualche segreto? E qualche consiglio?

La mia motivazione cresce quando incontro dei nuovi movimenti e quando percepisco il flow mentre scalo verso l'ignoto durante una salita onsight. questo probabilmente mi aiuta molto nel leggere le sequenze velocemente e Nello scoprire la quasi perfetta soluzione direttamente durante il primo tentativo. Non ci sono segreti speciali perché non sempre questo lavoro perfettamente e come ognuno di noi anche io ho delle giornate no: ma è proprio questo che ci rende più forti! Al momento questo è quello che più mi motiva, ma chi lo sa, probabilmente cambierà nel giro di qualche anno o qualche mese. (Ride, ndr)

Riguardo ai consigli, sono abbastanza sicura che lavorare sulla mente e sulla mobilità di bacino e qualcosa che può servire a ogni persona. A volte ci focalizziamo sul non essere abbastanza forti, quando la riuscita del movimento dipende solo da come posizioniamo il nostro corpo. La chiave è imparare a scalare in maniera più efficiente possibile.


Un'ultima domanda: rock climbing o gare?

L'arrampicata sulla roccia sarà sempre ciò che più mi fa battere il cuore, ma l'aver raggiunto la qualificazione nella squadra nazionale tedesca quest'anno è una fonte di grande motivazione. Sono molto curiosa di vedere fino a che punto posso essere performante in una gara. Scalare di fronte a un grande pubblico è una cosa meravigliosa, ma outdoor apprezzo ogni cosa intorno all'arrampicata. Dormire in un camper o anche solo per terra, cucinare insieme, le piccole avventure durante l'avvicinamento, viaggiare e vedere nuovi posti,  scalare quando senti il momento che è il momento giusto... Diciamo che il mix di tutte e due le cose sono una fonte inesauribile di motivazione, ma con una grande parte di vera roccia!

 

Fonte e cortesia foto Martina Demmel

AP

Banner c 14

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875