Kamasutra (D13+) in DTS

Racconto della salita in Dry Tooling Style

07 novembre 2018
Venerdì 2 novembre Lele Bagnoli ha salito Kamasutra (D13+) in DTS-Dry Tooling Style.

Di seguito il racconto di Lele Bagnoli:

Pochi giorni fa inaspettatamente, insieme ai miei amici, per il mal tempo persistente ci siamo ritrovati alla falesia Bus del Quai sul Lago d’Iseo per fare una bella sessione di sano Dry-Tooling. Avendo già ripetuto tutte e due le linee più dure utilizzando la tecnica classica di progressione dell’arrampicata nel Dry-tooling, il cosiddetto Yaniro detta anche Figura 4 (perché si disegna un 4 mettendo la gamba sopra il braccio) o 9, ho deciso di provare a salire Kamasutra in DTS.

Date le due recenti “spedizioni” dagli amici francesi al festival DTS (Dry Tooling Style, tecnica senza Yaniro) di Quintal ed Usine-Voreppe nel mese di settembre e ottobre, era nell’aria che dovevo provare a ripetere le linee più dure in questo stile per me relativamente nuovo.

Quindi, dopo un giro di perlustrazione per vedere le prese sul tiro, ho iniziato la scalata della linea senza velleità e spinto solo dalla voglia di divertirmi. Però, metro dopo metro, mi sono reso conto che ero quasi arrivato alla sosta e, stupito dalla tranquillità dell’ascesa, ho purtroppo diminuito la concentrazione commettendo un errore che a pochi metri dalla meta non mi ha permesso la realizzazione della ripetizione. Recuperata la piccozza rimasta sulla via, con non poca fatica a causa dell’inclinazione del tiro e avendo fatto parecchi metri di caduta, sono sceso a terra pensando che ormai la giornata fosse terminata e avrei dovuto procrastinare l’obbiettivo a data da destinarsi.

Ma spinto dai miei amici ringraziondoli infinitamente, che già nel primo giro hanno dovuto assicurarmi, attendendo per quasi 50 minuti prima di calarmi, visto gli oltre 35 metri di tetto, sono ripartito con la consapevolezza che la stanchezza accumulata non mi avrebbe permesso di chiudere il tiro.

E invece, dopo oltre un’ora di lotta, ho “clippato” la corda in sosta rendendomi conto di quanto il credere in sé stessi può farti andare oltre i propri limiti di sopportazione alla fatica.

Posso dire che la ripetizione in DTS di Kamasutra è stata per me una delle più belle esperienze, non tanto per la realizzazione in sé, ma perché ho capito quanto la mente possa influenzare il corpo e le sue capacità. Questo ha rafforzato il mio pensiero quotidiano: con i piedi per terra e a piccoli passi si arriva dappertutto, basta crederci.

Più informazioni sul movimento francese del DTS qui.

Si ringrazia Fabio Trivieri.

Banner mammut up climbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875