Le Cholita Climbers boliviane in vetta all'Aconcagua

L'emancipazione femminile passa anche dall'alpinismo

01 febbraio 2019
Singolare ascensa sull’Aconcagua dove cinque donne indigene Aymara sono arrivate in vetta ai 6962 metri di quella che è la montagna più alta della Terra al di fuori dell’Asia.


Il gruppo, noto come le Cholita Climbers e composto in questo caso da Lidia Huayllas Estrada, Dora Magueño Machaca, Ana Lía Gonzáles Magueño, Cecilia Llusco Alaña e Elena Quispe Tincutas, ha abbandonato la vita scandita dalla routine di badare ai figli e ai fornelli per realizzare qualcosa che era praticamente sconosciuto anche solo pochi anni fa. Le cinque infatti non dominano le cronache alpinistiche eppure nel continente sud Americano stanno emergendo in maniera rilevante anche per il significato delle loro imprese.

Risale infatti al 2014 la prima salita nota di questo gruppo di emancipate alpiniste dove ben 11 di loro raggiunsero la cima dell’Huayna Potosi (6088m), una montagna della Bolivia situata nella Cordillera Real, dove furono immortalate con piccozze e ramponi ma anche con gli abiti tradizionali, ben lontani dai capi tecnici cui siamo abituati.

Non sono molti al momento i dettagli su questa impresa tranne che sembra sia l’ultima di una serie di salite che si poneva come obiettivo ben otto cime sopra i 6000 metri e che lo scopo di queste sia favorire il riscatto delle donne in paesi dove la figura femminile soffre ancora di molte disparità. Una bella realizzazione che sosta a ragione il centro dell’attenzione non su cosa si fa ma perché lo si fa. Brave.

news ukclimbing.com

 

Banner mammut up climbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875