Falsi permessi per l'Everest, tre arresti

Fermati anche i funzionari dell'agenzia organizzatrice

16 ottobre 2018
La febbre da vetta in Himalaya, che dopo lo scandalo di questa estate dei permessi falsi per salire sulla cima più alta del mondo, l’Everest, ha portato le autorità nepalesi ad arrestare tre persone coinvolte nella vicissitudine.

Risale a questa estate la nota vicenda che ha convolto l’agenzia Seven Summit Treks di Mingma Sherpa ed i due alpinisti che hanno comprato permessi falsi per salire sull’Everest e ora l’inchiesta si è allargata. Verso aprile infatti, l’australiano Ian James Hibbert e il cinese Xu Zhong Zhou, avevano preso parte ad una spedizione ma al loro rientro, scoperta la falsa, l’agenzia è stata multata con 44.000 dollari di multa mentre per i due alpinisti si prospettavano fino a 7 anni di carcere.

Dandu Raj Ghimire, Direttore Generale del Ministero del Turismo, aveva dichiarato che le nuove leggi emanate potevano portare i due infatti a questa pesante pena e che comunque le intenzioni del Ministero erano quelle di scoraggiare il più possibile queste azioni affinchè in futuro non si presentassero mai più. Dalle parole ai fatti il passo è stato molto breve e difatti in questi giorni, il The Himalayan Times ha riportato che ci sono stati tre arresti tra i funzionari della Seven Summit Treks ossia Nivesh Karki, a capo del dipartimento, Furtenji Sherpa, direttore marketing e Bijayshwor Aryal, contabile dell'organizzazione.

Questa vicenda, che da un lato dimostra sicuramente la buona volontà del Governo nepalese di non tollerare simili reati (anche perché per le loro casse, i permessi alpinistici hanno un peso davvero non indifferente), dall’altro pone anche alcune domande su cosa si possa nascondere dietro certe conquiste visto che è possibile supporre che non si tratti di un caso isolato, anche se ovviamente la speranza è quella.

news desnivel - the himalayan times

Banner mammut up climbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875